Casa Bianca: preoccupazione per salute mentale leader nordcoreano

A24/Spa

New York, 3 gen. (askanews) - "Il popolo americano, come il suo presidente, dovrebbe essere preoccupato dalla salute mentale del leader nordcoreano". Lo ha detto la portavoce Sarah Sanders durante il consueto briefing con la stampa, durante il quale ha fatto capire che Donald Trump non intende restare zitto di fronte alle provocazioni di Kim Jong Un, che "ha fatto minacce ripetute e ha testato missili varie volte nel corso degli anni".

Dopo l'ennesimo duello a parole tra Trump e Kim , la Casa Bianca ha fatto sapere che il 45esimo presidente americano "è preoccupato dalle continue minaccie che questo individuo (il leader nordcoreano, ndr) ha fatto contro gli Usa e non gli permetterà di continuare a farlo senza dire qualcosa". Trump "non sarà debole e farà quello che ha promesso ossia difendere gli americani".

Nella notte Trump ha risposto a Kim dicendo che anche lui ha un "pulsante nucleare" ma diversamente da quello di cui si è vantato il leader nordcoreano "è più grande".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità