Casa Bianca vede YouTube e Facebook come "giudici, giuria e boia" per disinformazione su vaccini

·1 minuto per la lettura
Logo Facebook si riflette in una goccia che cade da una siringa

WASHINGTON (Reuters) - Non solo Facebook, anche YouTube è sulla lista di piattaforme social che, secondo i funzionari della Casa Bianca, sono responsabili dell'allarmante disinformazione riguardo i vaccini Covid e non stanno facendo abbastanza per fermarla, secondo alcune fonti vicine all'amministrazione.

Le critiche arrivano a una settimana dai commenti del presidente Joe Biden che ha accusato Facebook e i social media di "uccidere persone" per non essere riusciti a fermare la diffusione di notizie fuorvianti sui vaccini.

Negli ultimi giorni Biden ha usato toni meno duri.

Un funzionario dell'amministrazione Biden ha detto che uno dei problemi principali è "l'applicazione incoerente". YouTube, divisione di Alphabet, e Facebook hanno la facoltà di decidere che cosa si qualifichi come disinformazione sulle proprie piattaforme. Ma i risultati di questa politica hanno lasciato insoddisfatta la Casa Bianca.

"Facebook e YouTube [...] sono il giudice, la giuria e il boia per quello che avviene sulle loro piattaforme", secondo un funzionario dell'amministrazione, parlando dell'approccio delle aziende alla disinformazione relativa al Covid. "Possono darsi da soli i voti per i compiti a casa".

Tra le notizie fuorvianti relative ai vaccini che l'amministrazione Usa sta combattendo ci sono la teoria secondo cui i vaccini contro il Covid siano inefficaci, le informazioni false sulla presenza di microchip e quelle che affermano che i vaccini sarebbero dannosi per la fertilità femminile, secondo il funzionario.

I social media sono finiti nell'occhio del ciclone recentemente a causa delle dichiarazioni di Biden, della portavoce della Casa Bianca Jen Psaki e del Chirurgo Generale Vivek Murthy, che hanno tutti sottolineato come la diffusione di notizie false stia rendendo più difficile combattere la pandemia e salvare vite.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli