Casa editrice Alma di Firenze pubblica un manuale con test sessisti

sessista libro

La casa editrice Alma di Firenze è stata di recente accusata di diffondere alcuni contenuti sessisti su uno dei suoi testi, un manuale di italiano per stranieri. A denunciare il fatto è stata l’associazione Scosse, fondata a Roma nel 2011 per via di una start-up dell’università di Tor Vergata impegnata in attività di promozione sociale. Ecco cos’ha riscontrato l’associazione Scosse sul manuale in questione.

I test sessisti sul manuale

“Angelica litiga spesso con il marito. Al posto suo Sonia….”. Inizia così l’esercizio le cui opzioni sono: “passare più tempo in cucina; vestirsi più sexy; rispondere sempre di sì; essere più sottomessa; preparargli il caffè la mattina; lasciarlo più libero”. L’associazione Scosse ha postato la foto della pagina del manuale sul suo account Facebook: “Mentre si chiede di censurare un libro di testo perché racconta di una bambina che vende rose a un semaforo e invita all’incontro e all’apertura, ci segnalano questo esercizio. Siamo ben oltre gli stereotipi di genere tante volte segnalati nei libri scolastici”. Questo il commento dell’associazione.

La casa editrice Alma di Firenze ha però da subito ammesso il suo errore, scusandosi e promettendo che nei suoi testi non sarebbero più comparsi esempi del genere. L’Associazione Scosse ha apprezzato la sua onestà intellettuale nell’ammettere il proprio sbaglio. La casa editrice fiorentina aveva pubblicato un manuale per insegnare l’italiano agli stranieri dov’è apparso un esercizio di testo con con chiari riferimenti sessisti che sono stati subito messi in evidenza.