Casaleggio, riflessioni su Movimento 5 Stelle e regola del doppio mandato

·2 minuto per la lettura
Due Mandati
Due Mandati

Il presidente dell’Associazione Rousseau, Davide Casaleggio, ha espresso la propria opinione in merito alla gestione del Movimento 5 Stelle preannunciata dall’ex premier Giuseppe Conte, focalizzandosi sul tema della regola del doppio mandato.

M5S, Casaleggio: “Doppio mandato: Grillo chiaro, Conte no”

Nel corso di un’intervista rilasciata a L’Ospite, in onda su Sky Tg24, Davide Casaleggio ha deciso di esternare alcune considerazioni a proposito della futura organizzazione del Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte.

In primo luogo, il presidente dell’Associazione Rousseau ha voluto esaminare la decisione emersa nel partito in relazione alla regola dei due mandati, spiegando: “Mi è dispiaciuto che non sia stata presa una posizione netta e chiara su uno dei principi fondativi del Movimento 5 stelle ma anche della generazione politica necessaria a un movimento. In questi tre-quattro mesi di leadership in pectore di Conte purtroppo questa linea non l’ho ancora vista, d’altra parte ho visto con piacere una presa di posizione chiara da parte di Beppe Grillo che ha ribadito la linea da tenersi su questo tema”.

M5S, Casaleggio: “Trattativa economica su principi fondamentali”

Continuando a riflettere sulla regola dei due mandati, Davide Casaleggio ha sottolineato: “Mi dispiacerebbe se ci fosse una trattativa economica su alcuni principi fondativi perché quando si mettono all’asta i principi fondativi si sta parlando di liquidazione di un’organizzazione”.

Il presidente di Rousseau, che ha recentemente annunciato la sua decisione di abbandonare il Movimento 5 Stelle e non figurare più tra i suoi iscritti, quindi, ha ribadito l’importanza di non tradire la regola dei due mandati. Per l’imprenditore, infatti, un simile limite dovrebbe essere trasformato in una legge poiché “solo attraverso una legge si può garantire un ricambio della politica e una partecipazione dei cittadini alla vita politica in modo continuativo”.

M5S, Casaleggio: il rapporto con il partito guidato da Conte

Davide Casaleggio ha, poi, commentato l’attuale rapporto che lo lega al Movimento 5 Stelle, rivelando: “Negli ultimi sedici mesi abbiamo assistito ad una serie di violazioni di regole, di metodi di partecipazione democratica interna, di principi fondativi del movimento, ma anche di stesse decisioni che erano state prese dagli iscritti, in quelle poche occasioni in cui questo è successo durante l’anno scorso, che sono state anch’esse violate. In questo accrescere di violazioni, era molto difficile rimanere all’interno di un contesto che ho conosciuto molto diverso, che ho costruito e aiutato a costruire assieme a mio padre in questi ultimi 15 anni”.

M5S, Casaleggio: la gestione della pandemia del Governo Draghi

Infine, il presidente dell’Associazione Rousseau ed ex iscritto al M5S ha analizzato la gestione della pandemia da coronavirus attuata dall’attuale Governo italiano, impiegando le seguenti parole: “Penso che abbia gestito il tema in modo egregio, soprattutto sono molto soddisfatto dell’attività del generale Figliuolo. Penso sia stato molto efficace nel gestire tutta la parte della vaccinazione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli