Casalino attacca Renzi: "Dovrebbe sparire per l'eternità"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Rocco Casalino non riesce proprio a mettere una pietra sopra alla caduta del governo Conte. L'ex portavoce del premier, che ha lasciato spazio a Mario Draghi, e ora in cerca di nuova occupazione, ma di certo sa dove non andare a chiedere un posto.

Intervistato dall'inviato di Striscia la Notizia Pinuccio, l'ex concorrente del Grande Fratello sembra avere un conto in sospeso con Matteo Renzi, il "colpevole" della caduta dell'esecutivo Conte-bis. Alla domanda sull'ipotesi di andare a lavorare per il leader di Italia Viva, Casalino ha risposta senza alcun dubbio: "Non lo farei mai per Renzi, per nessuna cifra. Non mi sentirei moralmente di prendere i soldi, perché la sua immagine pubblica è irrecuperabile. Renzi dopo quello che ha fatto dovrebbe sparire dalla vita politica per l’eternità“.

VIDEO - Chi è Matteo Renzi

L'attacco è stato poi esteso anche Maria Elena Boschi, da lui accusata di “co-responsabilità” nell’apertura della crisi.

Diverso, invece, il pensiero su Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. Inizialmente incalzato su un possibile ruolo di portavoce del Cavaliere, Casalino ha risposto di no, salvo poi fare marcia indietro: "Forse per 2 milioni di euro ci andrei, perché l’immagine pubblica di Berlusconi si può recuperare“. Sulla leader di Fratelli d'Italia, infine, ha sottolineato: “Un po’ la stimo. È meglio di come la dipingono, ma non mi piacciono le sue idee”.