Casamonica, è mafia. La sentenza del maxi processo a Roma

Una delle ville abusive dei Casamonica che sono state demolite (Photo: ANSAANSA)
Una delle ville abusive dei Casamonica che sono state demolite (Photo: ANSAANSA)

Non un’associazione per delinquere comune, ma mafia. I giudici della decima
sezione del Tribunale di Roma hanno condannato per associazione mafiosa i componenti della famiglia Casamonica del quartiere Romanina a Roma.

La sentenza è stata pronunciata nell’aula bunker di Rebibbia. 44 gli imputati. Si tratta del terzo riconoscimento del reato di associazione mafiosa per un’organizzazione autoctona della Capitale. Prima dei Casamonica, è stata riconosciuta per alcuni componenti della famiglia Spada, in appello, e in via definitiva per il clan Fasciani.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli