Casamonica, Cioffredi (Oss. Leg. Lazio): ora villa a cittadini

Bet

Roma, 16 giu. (askanews) - "Grazie alla Procura di Roma, alla Direzione Centrale Anticrimine, al Commissariato Romanina e alla Questura per la brillante operazione "Noi Proteggiamo Roma", che ha colpito duramente il clan dei Casamonica". Cos in una nota il presidente dell'Osservatorio per la Sicurezza e la Legalit della Regione Lazio,GianpieroCioffredi. "Associazione di stampo mafioso, estorsione, usura e intestazione fittizia di beni sono i reati contestati a 20 esponenti del clan a cui sono stati sequestrati inoltre beni immobili e societ commerciali per 20 milioni di euro. Dall'inchiesta - ricorda - emerge la forza di un sodalizio criminale che, attraverso il metodo mafioso, ha affermato nel corso degli anni un predominio nel territorio, generando omert tra i cittadini, molti dei quali sono vittime del clan stesso. Nel ringraziare ancora la Magistratura e le Forze di Polizia, ribadiamo la necessit di un impegno costante contro le mafie, che veda protagonisti Istituzioni e cittadini. Come Regione Lazio offriremo, attraverso la rete dell'associazionismo antiusura regionale, il nostro sostegno alle vittime di usura ed estorsione, assicurando loro tutela legale e accompagnamento nel difficile ma necessario percorso di denuncia dei loro aguzzini. Ribadiamo inoltre la nostra volont di proseguire nelle azioni che favoriscano un immediato riutilizzo sociale degli immobili sequestrati e confiscati al clan Casamonica, cosi come abbiamo fatto con il Parco della Legalit in via Roccabernarda e con il Polo sull'Autismo in due ville che appartenevano al clan. Nelle prossime settimane chiederemo al Tribunale di Roma come restituire alla collettivit, in tempi rapidi, la villa sequestrata oggi a via Roccabernarda n.8, offrendo la nostra disponibilit a prenderne carico, affinch torni nella disponibilit dei cittadini. Solo accompagnando la robusta azione repressiva con processi di riscatto civile riusciremo a liberare Roma dalle mafie" conclude.