CasaPound Latina lascia palazzo occupato: "Trovata nuova sede e nuova casa per le famiglie"

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - CasaPound lascia l’immobile dell’Enel occupato dal dicembre 2006 a Latina e si trasferisce in una nuova sede, annunciando anche di aver trovato una sistemazione per tutte le famiglie fragili che risiedevano all'interno della struttura. "CasaPound Latina - si legge in una nota diffusa sui social - annuncia oggi che, in seguito ad una attenta ricerca, è stato finalmente individuato un nuovo stabile che accoglierà la nuova sede di CasaPound e darà una casa a tutte le famiglie in stato di fragilità economica ospitate nella precedente struttura".

“Oggi è una giornata storica, una giornata di Vittoria ottenuta con l’impegno e il sacrificio di ogni militante che da sempre è rimasto in prima linea per difendere la sede di CasaPound Latina contro le intimidazioni di uno Stato che voleva togliere alla cittadinanza uno spazio libero, di aggregazione e cultura. - afferma un portavoce di CasaPound Italia - Con il rinvio dello sgombero, inizialmente previsto per marzo, abbiamo ottenuto il tempo necessario per la ricerca di una nuova sede e, soprattutto, di una nuova casa per le famiglie in emergenza abitativa che ospitavamo nel precedente palazzo. La mancanza di apertura da parte di Enel, attuale proprietario dello stabile dove si trovava la nostra sede, non ci ha scoraggiato, ma dato ulteriore slancio per trovare una nuova casa e fondare un nuovo avamposto di libertà. CasaPound a Latina avrà, d’ora in poi, un nuovo spazio che continuerà ad essere faro di riferimento per la comunità locale e per le famiglie che in noi hanno trovato un porto sicuro dove vivere e crescere”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli