Casapound, pm procede per istigazione a odio razziale

Bla

Roma, 4 giu. (askanews) - Associazione a delinquere finalizzata all'istigazione all'odio razziale e occupazione abusiva di immobile. Queste le fattispecie di reato contestate dalla Procura di Roma nei confronti dei vertici del movimento Casapound. Sotto accusa ci sono tra gli altri i leader Gianluca Iannone, Andrea Antonini e Simone Di Stefano.

In queste ore, intanto, in corso di notifica il sequestro disposto dal gip dell'immobile occupato di via Napoleone III, all'Esquilino. Gli accertamenti sulla vicenda sono stati coordinati dal pm Eugenio Albamonte e dall'aggiunto Lucia Lotti.