Casciello (Fi): Franceschini sostenga librerie, manca politica nazionale

Pol/Luc

Roma, 7 gen. (askanews) - "A Roma chiuderanno, in questo mese di gennaio, due librerie conosciute e punto di riferimento dei lettori romani: Feltrinelli International, di via Vittorio Emanuele Orlando, e Feltrinelli nei pressi di piazza Cavour. Le due librerie Feltrinelli sono solo le ultime di una lunga lista. A livello nazionale, dal 2012 al 2017 hanno chiuso circa 2300 librerie con un trend in crescita negli ultimi 5 anni: praticamente nel nostro Paese ogni giorno chiude una libreria. In una città come Roma non riescono a sopravvivere neanche le librerie aperte nel centro storico. I dati sulla lettura in Italia rappresentano già un allarme: nel nostro Paese legge almeno un libro all'anno il 40,6% della popolazione con percentuali più alte al Nord e al Centro. Secondo un'indagine sulla distribuzione delle librerie in Italia, in media il 60% del territorio non ha una libreria a disposizione se non a km di distanza e circa 13 milioni di cittadini vivono in un luogo privo di librerie. Tutto questo è frutto dell'assenza di una politica culturale nel Paese che chiede interventi specifici sia a livello locale ma soprattutto in una cornice normativa nazionale. Per questi motivi ho presentato un'interrogazione al ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, per sapere quali urgenti interventi intenda mettere in atto per adottare una politica culturale volta a potenziare e a sostenere il settore, metter fine all'emorragia di presidi culturali quali le librerie sono e riconoscerne il forte valore sociale". Lo afferma in una nota Luigi Casciello, deputato di Forza Italia.