Case popolari Lombardia, assessore: assegnazioni più rapide

Mda

Milano, 29 ott. (askanews) - "Con il nuovo regolamento, decisamente più snello, si vanno a individuare singolarmente le disponibilità e ogni utente può scegliere la tipologia di alloggio. Questo è un grande vantaggio perché nel passato, dopo anni di attesa, accadeva di vedersi assegnata una casa in una zona o in un contesto che non corrispondeva al proprio bisogno. Oggi, con il nuovo sistema e con la nuova graduatoria, tutto ciò viene superato". Lo ha detto l'assessore alle Politiche sociali, Abitative e Disabilità della Regione Lombardia, Stefano Bolognini, intervenendo a proposito del regolamento regionale per l'assegnazione delle case popolari.

"Le domande presentate - ha continuato l'assessore - sono davvero numerose: solo su Milano abbiamo superato 3.000 richieste. Ciò significa che il sistema funziona. In passato c'erano persone in graduatoria da anni, che non hanno mai ottenuto la casa popolare. E a volte neppure una risposta. Con il nuovo metodo, in poco tempo, stimiamo un paio di mesi, una persona viene a sapere se ha o meno l'abitazione".

"Da quanto ci risulta, dunque, il sistema sta funzionando bene - ha concluso l'assessore Bolognini - e l'alto numero di domande che in queste settimane a Milano, come negli altri ambiti, vengono presentate ci porta a considerare che quella intrapresa sia la strada giusta".