I casellanti autostradali in sciopero nella domenica dell'esodo

È iniziato il weekend di esodo estivo ma il picco dei disagi arriverà domani nel primo giorno di sciopero degli addetti ai caselli autostradali. Sarà un'astensione dal lavoro a blocchi: si comincia domenica 4 agosto alle dieci fino alle quattordici, e dalle diciotto fino alle due di lunedì mattina, 5 agosto. Il personale degli uffici tecnico-amministrativo incrocerà le braccia nelle prime quattro ore di lunedì.

In vista dell'agitazione, Autostrade per l'Italia ha attivato una serie di misure per assistere gli automobilisti e favorire gli spostamenti degli italiani nella prima domenica di "bollino nero": potenziamento dei presidi di pronto intervento e assistenza a chi viaggia, gestione dei flussi di traffico in uscita dai caselli interessati dallo sciopero e informazioni costanti.

Presso le stazioni interessate dai principali flussi di traffico - fa sapere Aspi - sarà fortemente rafforzata la disponibilità di personale dedicato sia ai servizi di viabilità che al monitoraggio e alla gestione degli impianti, così da garantire un presidio di assistenza e informazione agli automobilisti durante le ore dello sciopero. 

Nelle stazioni interessate dallo sciopero, il personale di viabilità monitorerà in tempo reale l'andamento dei flussi al fine di limitare i disagi. Il servizio di informazioni sulla viabilità sarà garantito tramite tutti i canali di comunicazione disponibili e includerà specifici aggiornamenti sulla situazione del traffico presso le principali stazioni. In particolare, sarà messo a disposizione sul sito www.autostrade.it e di Viabilità Italia la situazione aggiornata del traffico presso i principali caselli per l'intera durata dello sciopero. 

Lo sciopero è stato proclamato dai cinque sindacati principali (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl Viabilità e Logistica) dopo che le trattative per il rinnovo del contratto si sono interrotte bruscamente nei giorni scorsi.