Casellati: 35 anni il vile attentato al rapido 904

Pol/Bar

Roma, 23 dic. (askanews) - "Il vile attentato terroristico che 35 anni fa insanguinò l'antivigilia di Natale, strappando alla vita 16 persone innocenti e ferendone altre centinaia, rappresenta uno dei momenti più dolorosi e drammatici della nostra storia recente. Un intollerabile attacco eversivo alla nostra democrazia e all'intera Nazione". Lo ha dichiarato in una nota la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ricordando la strage del treno Rapido 904 che il 23 dicembre 1984 provocò 16 morti e 266 feriti a causa dell'esplosione di una bomba in galleria, tra le stazioni di Vernio e di San Benedetto Val di Sambro.

"Rivolgo un pensiero commosso - ha aggiunto Casellati - ai familiari delle vittime e a tutti coloro che sono stati colpiti nei loro affetti. Commemorare quell'evento traumatico è doveroso, per non disperdere la memoria e per testimoniare ai giovani che solo dalla lezione del passato si può costruire un futuro di libertà, progresso e pacifica convivenza", ha concluso.