Casellati: commissari sui vitalizi valutino se lasciare

Vep

Roma, 14 feb. (askanews) - "L'astensione annunciata dal presidente Caliendo è stato un atto di responsabilità teso a sgombrare il campo da qualsiasi possibile strumentalizzazione politica e a salvaguardare la credibilità dell'istituzione Senato. E a questo punto credo che, dopo le dimissioni dei supplenti, una riflessione da parte di tutti gli altri componenti della commissione contenziosa contribuirebbe a spazzare via qualsiasi dubbio sulla sua terzietà". Lo afferma la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, in un'intervista al Messaggero.

"Nessun gruppo parlamentare, nessun partito si è espresso contro il taglio dei vitalizi. La commissione contenziosa che deciderà sui ricorsi degli ex parlamentari è un vero e proprio tribunale e come tale ha precise regole. Nessuno ha mai contestato né la nomina dei singoli componenti né la loro compatibilità a decidere sul tema", sottolinea Casellati, secondo cui "visto le recentissime polemiche, sarebbe stato decisamente meglio che la riforma fosse stata approvata con una legge e non con un atto interno, sia al Senato che alla Camera" dove, aggiunge, "la situazione è analoga".