Casellati contro assembramenti in Senato, ira Calderoli: "Ci sputiamo addosso"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Vedo un assembramento nell'emiciclo, prego ciascuno di prendere il proprio posto per la chiama, anche nelle tribune, secondo le regole che stabilite con i questori. Stiamo parlando di mascherine e restrizioni, ciascuno di noi si restringa". La presidente del Senato Elisabetta Casellati, in aula al Senato, appena prima di dichiarare l'inizio del voto di fiducia sul dl ristori, richiama tutti i senatori a rispettare le distanze e evitare gli assembramenti all'interno dell'emiciclo di Palazzo Madama. Era stato Roberto Calderoli, qualche minuto prima, quando già la seduta si trascinava oltre la mezzanotte, a sollevare la questione dei capannelli in aula, intervenendo sull'ordine dei lavori al termine delle dichiarazioni di voto. "Tutti quelli che sono in più rispetto ai numeri decisi con i questori, devono uscire. Facciamo tante raccomandazioni per mantenere le distanze ma poi è tutto inutile se ci sputiamo addosso'', aveva detto il senatore della Lega.