Casellati: guardo con attenzione iter su modifica... -2-

Pat

Bologna, 19 nov. (askanews) - Principi, come ha spiegato nella sua lezione la seconda carica dello Stato, che "trovano puntuale riscontro nel diritto internazionale e nella legislazione sovranazionale che riconoscono alla difesa tecnica una funzione imprescindibile per l'esplicazione del più generale diritto di difesa". Principi tra l'altro "richiamati dalla Corte costituzionale, che ha più volte evidenziato la rilevanza pubblica del ruolo dell'avvocatura anche in relazione all'articolo 24 della Costituzione e alla sua finalità essenziale di garantire a tutti la possibilità di agire in giudizio a tutela delle proprie ragioni".   Questa modifica dell'articolo 111, come ha ricordato Casellati nella sua lezione agli studenti del Dipartimento di Scienze giuridiche e della Scuola di specializzazione in studi sull'amministrazione pubblica dell'Alma Mater, che "introdurrebbe peraltro in costituzione la possibilità per l'avvocato di esercitare la propria attività in posizione di libertà, autonomia e indipendenza. Condizioni imprescindibili per garantire proprio quella parità tra le parti coessenziale alla natura del giusto processo".

"Acquisito quindi il perimetro delle garanzie analiticamente previste dalla Costituzione o comunque desumibili dal modello processuale definito dall'articolo 111 - ha concluso Casellati - anche alla luce di sue possibili future integrazioni, questo nostro momento di riflessione non potrebbe dirsi completo se non si volgesse uno sguardo anche alla capacità di garantirne la loro attuazione sul piano sostanziale".