Casellati: Primo Levi punto fermo letteratura e cultura del '900

Pol/Tor

Roma, 31 lug. (askanews) - "Primo Levi rappresenta ancora oggi un punto fermo nel panorama letterario e nella cultura del Novecento. È stato vittima, testimone e narratore di una delle pagine più nere della storia d'Italia e d'Europa, quella delle persecuzioni contro gli ebrei. Una figura di prima grandezza che, attraverso i suoi scritti, ha saputo trasmettere a svariate generazioni di italiani valori come il coraggio, la libertà, l'uguaglianza, la tolleranza". Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione del centenario della nascita dello scrittore e partigiano.

"Ricordare Primo Levi, le sue opere, gli orrori che ha descritto e gli insegnamenti che ci ha lasciato, non è solo un dovere nei confronti della sua memoria - ha affermato Casellati- ma anche una responsabilità rispetto alle nuove generazioni".

"Un Paese che non fa tesoro della lezione del passato è un Paese che non è in grado di costruire un futuro migliore", ha concluso.