Caserta, 18enne ucciso con una coltellata: ricercato coetaneo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 ago. (askanews) - Gennaro Leone, 18 anni, giovane promessa della boxe è morto per una coltellata, per le strade della movida di Caserta. Futili motivi. Uno spintone involontario, innesco della lite, "perché lo hai fatto?", "perché mi guardi così?", "che vuoi da me?" e un altro ragazzo come lui ha tirato fuori il coltello. Un fendente all'altezza della gamba destra, che probabilmente ha reciso l'arteria femorale. Gennaro è stato portato all'ospedale ma non ce l'ha fatta, tre ore dopo è morto.

I carabinieri di Caserta hanno ricostruito la dinamica di ciò che è accaduto ieri sera intorno alle 23.30-23.40 invia Giambattista Vico, una delle viuzze della movida casertana dove i ragazzi si ritrovano tra un localino e l'altro. E grazie alle testimonianze raccolte e all'analisi delle telecamere di video sorveglianza hanno anche chiuso il cerchio: un giovane, coetaneo della vittima, è stato identificato e sono già in corso le ricerche.

Il mondo dello sport, si stringe intorno alla famiglia. "Che la terra ti sia lieve, piccolo campione. Il mondo pugilistico Nazionale si stringe attorno alla famiglia Leone e alla Asd Energy Boxe Caserta per la scomparsa di Gennaro. RIP Campione", così su Twitter la Federpugilistica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli