Caserta, contrabbando alcolici: sequestrato un lussuoso yacht

Aff

Napoli, 19 lug. (askanews) - La Guardia di finanza di Caserta ha sequestrato uno yacht di proprietà di uno di 23 arrestati (G.M., 45enne napoletano di Scisciano) nell'ambito dell'operazione "Black spirit" di una settimana fa, accusati di essere parte di un gruppo criminale dedito all'illecita importazione e commercializzazione di prodotti alcolici in totale evasione di imposte.

Nei confronti del 45enne erano già state sequestrate la villa di residenza e tre auto di lusso, ma all'appello dei beni da sequestrare mancava un lussuoso yatch che dalle indagini svolte risultava nella sua disponibilità e in merito al quale l'arrestato non intendeva fornire alcun elemento utile per la sua localizzazione.

In questi giorni i militari, attraverso ulteriori indagini, comprese le conversazioni intercettate e le informazioni sulle abitudini ed il tenore di vita del soggetto estrapolate dalle fonti aperte e, in particolare, dai social network, sono riusciti a rintracciare lo yacht, attraccato a Marina di Stabia (Castellammare di Stabia).

Il panfilo intestato formalmente a una società bulgara e concesso in locazione a un'azienda del posto per il noleggio a terzi in occasione di eventi, ma che, in realtà, era, invece, utilizzato per diletto proprio dall'indagato e dalla sua famiglia.