“Cashless”, ma agli italiani piace il contante

L'approvazione del Documento programmatico di bilancio da parte del governo comprende il piano “Italia Cashless” che mira ad incentivare l'utilizzo dei pagamenti elettronici.

Un'abitudine, quella del contante, che nel nostro Paese è molto radicata.

Secondo i dati di Bankitalia relativi al 2016, ai pagamenti in contanti si fa ricorso soprattutto per i piccoli importi. E' il mezzo preferito al Centro-Sud, dalle donne, dai più giovani e dalle persone con basso reddito.

Nei punti vendita l'86% delle transazioni avviene con il contante. Dato che ci pone di circa sette punti percentuali al di sopra rispetto alla media dell'Eurozona (79%).

I numeri di Bankitalia evidenziano come all'aumentare dell'importo aumenti anche l'uso dei pagamenti elettronici.

Ma dove si utilizza maggiormente il contante? Al Centro-Sud piuttosto che al Nord.

Spostando lo sguardo sulle singole regioni, Calabria, Abruzzo, Molise e Campania sono quelle che fanno registrare le percentuali più alte di pagamento in contanti.

Il copione è opposto il Lombardia, Sardegna e Toscana, di fatto il podio delle più virtuose per i pagamenti elettronici.(continua nel video...)