Casi di coronavirus al Fatebenefratelli dei Pilastroni

·1 minuto per la lettura
Covid
Covid

Un focolaio di Coronavirus è scoppiato al Fatebenefratelli dei Pilastroni di Brescia, nella struttura dell’IRCCS Istituto Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli che ospita l’Unità operativa per la cura dell’Alzheimer. A riportare la notizia è il Giornale di Brescia, che ha riportato la presenza di 29 persone positive, di cui 25 asintomatiche e 4 ricoverate in ospedale.

Focolaio a Brescia

A Brescia è scoppiato un focolaio di Coronavirus, che sta preoccupando. Fortunatamente 25 positivi risultano per ora asintomatici, mentre 4 sono stati ricoverati in ospedale. I primi sono già in isolamento e stanno bene, ma tra i ricoverati ci sono dei pazienti molto anziani, le cui condizioni di salute stanno preoccupando moltissimo. Fino alla fine del mese saranno bloccati tutti i nuovi accessi alla struttura. Il contagio sembra essere stato scatenato da un ospite della struttura, che era risultato negativo al tampone, ma solo perché è in fase di incubazione del virus.

Questo ospite era risultato negativo al primo tampone, per poi risultare positivo successivamente, pur essendo asintomatico. Ormai, però, aveva già portato il Coronavirus all’interno della struttura, dove si è diffuso con grande velocità e con grande facilità. Il Fatebenefratelli, che è stato aperto nel 1882, ospita più di 250 pazienti nelle unità operative Alzheimer e di Riabilitazione psichiatrica, tre comunità protette diverse, una comunità psicogeriatrica, due centri diurno e gli ambulatori. Il protocollo è immediatamente partito, in modo da cercare di limitare i contagi alle persone che sono già risultate positive, bloccando subito la diffusione del virus.