Casi di positività a Sydney

·1 minuto per la lettura
Centro Commerciale
Centro Commerciale

In un centro commerciale di Sydney, in Australia, è scoppiato un focolaio di variante Delta e 188 persone sono risultate positive. Questa variante continua a preoccupare a causa della sua contagiosità.

Variante Delta: focolaio a Sydney

La variante Delta sta facendo spaventare il mondo intero a causa della sua contagiosità. A Sydney, in Australia, è scoppiato un nuovo focolaio all’interno di un centro commerciale. Come riportato dai media locali, negli ultimi giorni sono state scoperte 188 persone positive alla variante Delta del Covid. Le autorità sanitarie hanno invitato tutta la popolazione che si era recata a fare la spesa al Bondi Junction Westfield ad autoisolarsi. “Chiunque fosse presente tra le 14:00 e le 19:00 di martedì 29 giugno o tra le 17:30 e le 18:30 di mercoledì 30 giugno, è uno stretto contatto di un caso confermato. Chiunque sia stato lì sabato 26 giugno, tra le 16:20 e le 16:40 o tra le 19:00 e le 20:00 è un contatto casuale. Dovrebbero cercare il test e autoisolarsi immediatamente e continuare il loro isolamento per 14 giorni interi, indipendentemente dal risultato del test” è stato l’annuncio.

Variante Delta, focolaio a Sydney: le parole di Kerry Chant

Non occorrono più fino a 15 minuti per trasmettere il virus mortale. Può essere un ‘momento fugace’ di soli 5-10 secondi. Abbiamo visto le telecamere di videosorveglianza del supermercato, due persone sono chiaramente una di fronte all’altra, camminano in direzioni opposte nel corridoio senza fermarsi, sono vicini ma per pochissimo tempo. Entrambi ora sono positivi alla variante Delta” ha dichiarato Kerry Chant, chief Health Officer di SW. Questo significa che basta davvero poco per contagiarsi, a differenza del ceppo originario del Covid. Le persone nel centro commerciale sono state vicine per pochissimo tempo, ma nonostante questo sono state trovate 188 persone positive alla variante Delta del Covid.

Variante Delta, focolaio a Sydney: le parole della virologa

Secondo alcuni media locali, due persone non indossavano la mascherina e si tratta di un dettaglio fondamentale. Il contagio si sarebbe diffuso dal caffè ad un noto fast food presente all’interno del centro commerciale. Lara Herrero, virologa della Griffith University, ha spiegato che il virus è rimasto nell’aria ed è stato respirato dalle persone. “Il virus è rimasto nell’aria abbastanza a lungo da consentire alla sfortunata persona di respirare ed essere infettata. Il Delta sembra il ceppo più trasmissibile fino a questo momento” ha dichiarato il medico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli