Caso Amara, Bisignani: "Indagato, ma mai sentito parlare di Loggia Ungheria"

·1 minuto per la lettura

"Stanno indagando su tutte le persone messe in mezzo in questa fantomatica 'Loggia Ungheria'. Sono stato sentito oggi per circa 40 minuti, ho risposto a tutte le domande dicendo che di questa loggia ho sentito parlare solo dai giornali e che non so assolutamente niente". Così all’AdnKronos Luigi Bisignani, che risulta indagato dalla procura di Perugia nell’ambito dell'inchiesta sulla presunta Loggia segreta ‘Ungheria’ svelata dall’avvocato Piero Amara. "Sono indagato, sono tutti indagati, perché stanno facendo i riscontri su quanto ha riferito Amara - spiega Bisignani -, e io ho ribadito che non so nulla della Loggia ‘Ungheria’ e che ogni volta che spunta fuori una Loggia mi tirano in ballo. Stop! Non so nemmeno cosa mi contestano, credo la violazione della Legge Anselmi, sentono tutti, tutti indagati insomma, ma è tutto molto tranquillo e sereno".

"Quando ci sono questi polveroni – chiosa Bisignani -, alla fine qualcuno che ti chiama c’è sempre, non mi meraviglia, non è la prima volta né sarà l’ultima, ogni volta che c’è una Loggia mi mettono in mezzo e ogni volta ne esco fuori. E l’ho proprio messo a verbale, non sono mai stato massone, non ho mai fatto parte di nessuna Loggia, e della Loggia ‘Ungheria’ non ho mai saputo niente. Ma non mi sconvolge più di tanto, assolutamente nessuna preoccupazione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli