Caso camici: cognato Fontana, 'soddisfatto, dimostrato agito correttamente'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 13 mag. (Adnkronos) – "Sono molto soddisfatto per il provvedimento, perché rende finalmente giustizia a Dini e certifica che egli ha agito sempre animato dalle migliori intenzioni e unicamente con il proposito di dare una mano alla Regione Lombardia, in un momento di estrema difficoltà. Non avevo alcun dubbio che un attento esame della vicenda avrebbe consentito di riconoscere la correttezza dell'operato di Dini". Così l'avvocato Giuseppe Iannaccone, difensore di Andrea Dini, cognato del governatore Attilio Fontane e proprietario della società Dama, commenta il proscioglimento sul 'caso camici'. Il gup di Milano Chiara Valori ha riconosciuto per i cinque indagati il non luogo a procedere perché il fatto non sussiste.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli