Caso Caruana a Malta, il padre: un assassinio di Stato

Coa

Roma, 2 dic. (askanews) - "E' stato incriminato persino Keith Schembri, il braccio destro di Muscat. Ormai nessuno ha dubbi sull'evidenza che i massimi esponenti di questo governo hanno coperto, se non attivamente voluto l'assassinio di mia figlia". E' quanto ha detto Michael Vella, padre della giornalista Daphne Caruana Galizia, in un'intervista al Corriere della Sera al termine di una manifestazione di protesta a La Valletta. Un assassinio di Stato? "Assolutamente sì. Ecco il motivo per cui occorre insistere. Le manifestazioni devono continuare. Quando Daphne fu uccisa noi restammo traumatizzati, ma non sorpresi. Poteva accadere, lo sapevamo. E ciò è inammissibile. Dobbiamo rifondare Malta", ha commentato.(Segue)