Caso Denise Pipitone, lo sfogo della mamma su Instagram: "Il dolore si prova sulla propria pelle"

Denise Pipitone
Denise Pipitone

Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, la bimba che scomparve nel nulla il primo settembre del 2004, è tornata a parlare sfogandosi sul suo profilo di Instagram.

La scomparsa di Denise e il dolore di una madre: lo sfogo social di Piera Maggio

Piera Maggio non può darsi pace. Da quel lontano primo settembre 2004 la sua vita non ha mai più potuto essere la stessa. Dov’è Denise? Una domanda che miliardi di volte è circolata nella sua mente nell’arco di questi quasi 18 anni e che, purtroppo, non ha mai ricevuto risposta. Si sfoga oggi su Instagram, la donna, che da tempo deve anche convivere con coloro che non rispettano il suo dolore. “Il dolore bisogna provarlo sulla propria pelle. Il resto di coloro che criticano è un blaterare saccente colmo di ignorante livore.”

I messaggi di sostegno e il lancio del QR Code

Sotto questo post Instagram sono arrivati diversi commenti di sostegno alla causa di Piera Maggio, da parte di tantissimi utenti social: “Esatto, nessuno può capire se non lo si prova sulla propria pelle”, “Il tuo non mollare è la loro rabbia…il loro punto debole!!!”, “Siamo con te, sei una mamma coraggiosa”. Notizia di qualche giorno fa è stata quella del lancio di un QR Code per aiutare le ricerche di Denise Pipitone: l’obiettivo è non spegnere la luce sul caso, mentre le indagini sono ancora bloccate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli