Caso Desiree: fornì droga a 16enne, condannata a 6 anni

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 apr. (Adnkronos) – Il gup di Roma ha condannato a 6 anni in abbreviato Antonella Fauntleroy, accusata di aver fornito la droga a Desiree Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita la notte tra il 18 e il 19 ottobre 2018 in uno stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo a Roma.

La ragazza, di origini africane, era accusata di cessione di droga a minore nell’ambito di un processo stralcio e per lei l’accusa aveva chiesto una condanna a 8 anni.

Per la morte della 16enne sono a processo 4 cittadini africani: si tratta di Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe, accusati a vario titolo di omicidio volontario, violenza sessuale aggravata e cessione di stupefacenti a minori. Per tutti e quattro la Procura di Roma ha chiesto la condanna all’ergastolo.