Caso di meningite a Riccione: barista 28enne colpita da pneumococco

caso-meningite-riccione

Arriva da Riccione, in provincia di Rimini, un nuovo caso di meningite che ha colpito una barista 28enne di origine cubana. La ragazza è attualmente ricoverata presso l’ospedale degli Infermi di Rimini, dove si era recata spontaneamente nella giornata del 6 gennaio accusando febbre alta, malessere generale e dolore alle meningi. Il personale sanitario ha dunque effettuato gli esami clinici del caso che hanno accertato la presenza di meningite da pneumococco, fortunatamente non virale come la meningite da meningococco.

Caso di Meningite a Riccione

Al momento le condizioni cliniche della ragazza rimangono critiche, anche se grazie all’intervento dei medici non sarebbe in pericolo di vita. Nel caso in questione non è inoltre prevista la profilassi obbligatoria per le persone venute a contatto con la paziente negli ultimi giorni prima del ricovero, dato che la meningite da pneumococco non risulta contagiosa.

Resta tuttavia ancora da capire come la ragazza possa aver contratto la malattia. La 28enne vive a Riccione, dove lavora come barista e dove già lo scorso ottobre vi fu un altro caso di meningite che coinvolse una studentessa di 25 anni. In quell’occasione la ragazza, che venne ricoverata in ospedale con febbre alta e mal di testa, era stata però colpita da un meningococco altamente contagioso.

Le statistiche nel riminese

Stando a quanto riportato dalla stampa locale, ogni anni circa una ventina di persone sono colpite da meningite nella sola provincia di Rimini. Di queste, circa il 50% dei casi è provocato da infezioni da meningococco, batterio generalmente non pericoloso ma che può diventarlo in presenza di pazienti particolarmente vulnerabili a livello immunitario. In quei casi infatti il meningococco può provocare malattie come appunto la meningite ma anche la setticemia.