Caso doping Iannone: il 4 febbraio l'udienza alla Disciplinare FIM

Matteo Nugnes

Ora c'è finalmente una data: l'udienza di Andrea Iannone davanti alla Corte Disciplinare Internazionale della FIM è fissata per il 4 febbraio. Una data che lascia accesa la speranza di vederlo in sella all'Aprilia il 7 febbraio a Sepang.

Il pilota di Vasto era stato trovato positivo ad un controllo antidoping in occasione del Gran Premio della Malesia. Positività confermata anche dalle controanalisi, seppur con valori minini. Valori che però sono bastati per far scattare il deferimento, dopo la sospensione provvisoria del 17 dicembre.

Ora la difesa ha tempo fino al 31 gennaio per preparare l'elenco dei testimoni, che saranno sentiti nell'udienza di Mies, in Svizzera, che inizierà alle ore 13 del 4 febbraio appunto.

Leggi anche:

Iannone: positività confermata, ma il quantitativo è esiguoIannone: "La moto è la mia vita, non me la voglio giocare così"

La tesi sarà sempre quella di provare a dimostrare che Iannone ha subito una contaminazione alimentare nelle cinque settimane di permanenza in Asia, ma non sarà semplice, perché toccherà proprio alla sua difesa dimostrare non solo che ne era allo scuro, ma anche che non aveva modo di sapere che il cibo potesse essere alterato.

A quel punto inizierà una corsa contro il tempo, perché il CDI ha 45 giorni di tempo per decidere, mentre Andrea e l'Aprilia avrebbero bisogno di una risposta in tempi decisamente più brevi. Senza dimenticare che il verdetto può variare tra una semplice reprimenda ed una squalifica che può arrivare fino ad una durata di quattro anni.

In attesa della sentenza, l'Aprilia intanto inizierà lo sviluppo della nuova RS-GP un paio di giorni prima, il 2 febbraio, visto che godendo delle concessioni può schierare anche i suoi piloti titolari nello shakedown di Sepang.

Ad accompagnare Aleix Espargaro ci saranno anche il collaudatore Bradley Smith, in cima alla lista dei possibili sostituti di Iannone in caso di squalifica, e Lorenzo Savadori, che però lavorerà con la moto 2019 per raccogliere dati.

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images