Eitan Biran, Della Rocca (Meretz): "Ritorno in Italia non influenzerà rapporti con Israele"

·1 minuto per la lettura

La sentenza del tribunale della famiglia di Tel Aviv, che ha stabilito che Eitan Biran debba tornare a Pavia, ''non influenzerà assolutamente i rapporti tra Israele e Italia''. Ne è convinto Roberto Della Rocca, medico veterinario italiano che fa parte del partito israeliano sionista di sinistra Meretz al governo, che ad Adnkronos spiega come ''la maggior parte dell'opinione pubblica è sempre stata contraria al rapimento del bambino''. Solo ''una piccolissima parte era a favore'', quelli che ''avevano paura che perdesse la sua cultura e identità ebraica''.

''La maggior parte degli israeliani si aspettava'' che il tribunale della famiglia di Tel Aviv disponesse il ritorno in Italia di Eitan Biran, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. E questo ''perché Israele è un Paese che cerca di rispettare la legge'', ha aggiunto Della Rocca, ricordando la ''firma della Convenzione dell'Aja nel 1993 per quanto riguarda i minori rapiti''. ''I nonni materni hanno alzato un polverone dicendo che se lo avessero riportato in Italia sarebbe stato come se lo avessero rapito un'altra volta'', ha concluso Della Rocca.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli