Caso Grillo: riprende l'udienza preliminare, assenti Ciro e i suoi amici/Adnkronos (4)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Lo scorso 20 novembre, dopo più di un anno dai fatti, la Procura, guidata da Gregorio Capasso, ha inviato la prima notifica alle difese mettendo a disposizione il materiale agli atti. I legali hanno chiesto una proroga per le memorie difensive perché il materiale è "enorme". Il procuratore Capasso e la sostituta Laura Bassani, hanno inserito nel fascicolo le immagini ritrovate nei telefoni che, secondo l'accusa, mostrerebbero gli abusi anche ai danni della seconda ragazza, che dormiva. Nella prima udienza, lo scorso luglio, la gup di Tempio Pausania Caterina Interlandi ha ammesso la costituzione di parte civile delle due ragazze e si è ritirata in camera di consiglio per decidere su alcune questioni preliminari sollevate dalle parti coinvolte nella vicenda giudiziaria, disponendo poi il rinvio al 5 novembre. In quell'occasione, l'avvocata Bongiorno ha prodotto una serie di articoli di giornale, video interviste e dichiarazioni della sua assistita – la 19enne italo-norvegese – ma anche di alcuni testimoni. Il collegio difensivo, oltre a contestare la genuinità e la legittimità degli atti prodotti e a chiedere una traduzione di quella chat vocale, ha eccepito alcuni difetti di notifica.

Gli imputati sono rappresentati dagli avvocati Enrico Grillo, Sandro Vaccaro, Gennaro Velle, Romano Raimondo, Ernesto Monteverde e Mariano Mameli. Le due presunte vittime dagli avvocati Giulia Bongiorno e Vinicio Nardo. Adesso sarà un gup a decidere se Ciro Grillo e i suoi tre amici dovranno andare a processo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli