Caso Grillo: udienza lampo, nuove trascrizioni di chat e intercettazioni/Adnkronos (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Per il Procuratore Capasso "è un'attività che si svolgerà a breve termine – spiega- e ritengo che non comporterà particolari difficoltà". E poi aggiunge: "La gup dopo la richiesta avanzata dalle parti ha deciso di rinviare la discussione perché le parti hanno fatto delle richieste che il giudice ha accolto. Accogliendo le richieste ha ritenuto di differire la discussione al Termine di queste acquisizioni", spiega il magistrato. E poi aggiunge, soddisfatto che "sono state accolte le richieste fatte su alcune attività tecniche svolte durante le indagini". A maggio la Procura di Tempio Pausania aveva chiesto il rinvio a giudizio per Ciro Grillo, Vittorio Lauria, Francesco Corsiglia ed Edoardo Capitta. Per Giulia Bongiorno "Ogni volta che la vicenda riemerge sui media, per la mia assistita è come spargere sale su una ferita ancora aperta, l'enfatizzazione mediatica è stata una prova pesante".

Intanto, all'uscita dall'aula i legali dei quattro imputati, Enrico Grillo, Sandro Vaccaro, Gennaro Velle, Ernesto Monteverde, Romano Raimondo, Barbara Raimondo e la new entry Andrea Vernazza, che assiste il giovane Grillo, hanno confermato ai giornalisti presenti di avere "anticipato informalmente la scelta del rito ordinario, che formalizzeremo il 26 novembre in occasione della prossima udienza". A parlare a nome di tutti i difensori è l'avvocato Andrea Vernazza, confermando così che Ciro Grillo e suoi amici, Francesco Corsiglia, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria non sceglieranno alcun rito alternativo nel procedimento che li vedi accusati di violenza sessuale di gruppo su una studentessa italo-norvegese. Che ha poi ribadito: "L'udienza è stata aggiornata per consentire una perizia sulle trascrizioni delle intercettazioni". Ma quali sono queste intercettazioni che saranno trascritte? Al momento, non trapela nulla dalle parti. Ma, come si apprende, si tratterebbe di alcune chat già agli atti ma non ancora trascritte. In particolare della difesa della giovane italo norvegese. Tutto rimandato, dunque, al 26 novembre per scoprire se la gup manderà a processo il figlio di Grillo e i suoi tre amici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli