Caso Interpol, Cina minaccia non collaborare più con Francia

Fco

Roma, 5 ago. (askanews) - La Cina ha minacciato "in modo informale" di sospendere la cooperazione di polizia con la Francia in risposta alla concessione dell'asilo politico alla moglie dell'ex capo cinese dell'Interpol, perseguito per corruzione nel suo Paese. È quanto si è appreso da fonti vicine al dossier.

Secondo Le Monde, che ha rivelato la notizia e si basa su una fonte diplomatica, la Cina ha dichiarato a fine luglio, attraverso l'addetto alla sicurezza interna dell'ambasciata francese a Pechino, di aver interrotto unilateralmente qualsiasi collaborazione con lo stato francese in materia di polizia, in segno di protesta. (Segue)