Caso Nigeria: secondo i giudici "Descalzi ha agito in modo lecito"

AGI - Non ci sono "prove certe ed affidabili dell'esistenza dell'accordo corruttivo contestato" e "Descalzi ha agito in modo lecito". È quanto scrivono i giudici della settima sezione del Tribunale di Milano nella sentenza con cui hanno assolto dall'accusa di corruzione internazionale con formula piena tutti e 15 gli imputati nel processo Eni-Shell sulla presunta corruzione internazionale per i diritti di esplorazione del giacimento Opl245 in Nigeria. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli