Caso Pipitone, scoperta agghiacciante: spunta una botola mai analizzata

·2 minuto per la lettura
Denise Pipitone, scomparta agghiacciante: scoperta botola mai ispezionata
Denise Pipitone, scomparta agghiacciante: scoperta botola mai ispezionata

Il caso della piccola Denise Pipitone da alcune settimane ha ripreso a far parlare di sè, a seguito della vicenda di Olesya Rostova, la giovane russa che si pensava e si sperava potesse essere proprio la bimba scomparsa ormai ben 17 anni fa.

Caso Denise Pipitone: la botola mai ispezionata

Le ultime novità arrivano dalla puntata odiena di Mattino Cinque, dove Federica Panicucci ha puntato l’attenzione su un elemento nuovo, che gli inquirenti non hanno ancora mai preso in considerazione: si tratta di una botola. Quest’ultima conduce fondamentalmente ad uno scantinato nella casa della mamma di Anna Corona, ex moglie di Piero Pulizzi, compagno di Piera Maggio. Questa botola finora non è mai stata analizzata. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: 'Tentata di lasciare Chi l'ha visto': Federica Sciarelli si racconta dopo il caso Denise Pipitone

Caso Denise Pipitone: perchè la botola non è mai stata perlustrata?

La sparizione della piccola Denise, per 17 lunghissimi anni, è rimasta irrisolta. Sono state tante le piste che in questi anni hanno dato speranza a Piera ed a tutta l’Italia, ma tutte si sono poi rilevate fasulle. In effetti, ecco spuntare un’altra possibile strada: è la stessa conduttrice di Mattino Cinque che si domanda sul perchè questa botola non sia mai stata presa in esame da nessuno, visto e considerato che la stessa Anna Corona è stata una delle prime sospettate, quando nel 2004 la piccola Denise è scomparsa nel nulla. Difatti, ricordiamo che, in un primo momento le indagini viderono accusate Anna Corona e sua figlia Jessica, con la complicità di una cerchia di amici di famiglia e parenti della Corona: le ipotesi erano o l’omicidio della piccola oppure l’aver consegnato Denise a terzi. Nonostante ciò, tuttoggi le due non sono state imputate di nulla. 

Caso Denise Pipitone: la speranza della botola 

Sta di fatto che la Panicucci sottolinea che al momento questo elemento non dia alcuna tipologia di certezza: l’obiettivo, è piuttosto, quello di far sì che pure gli inquirenti possano interrogarsi su questa botola, che forse potrebbe far finalmente luce sulla scomparsa di Denise. 

Denise è scomprsa il primo settembre dell’ormai lontano 2004, quando aveva soli 4 anni. É sparita a Mazara del Vallo, nei pressi dell’abitazione della nonna materna, mentre stava giocando nel cortile.  

LEGGI ANCHE>>Denise Pipitone, la telefonata di Anna Corona: “Un anziano la ricorda in braccio al nipote”.