Caso Pipitone, spuntano intercettazioni inedite della moglie del padre biologico

·1 minuto per la lettura
denise pipitone anna corona
denise pipitone anna corona

Nuovi dettagli in merito alla scomparsa di Denise Pipitone, con alcune intercettazioni inedite che sono state pubblicate in esclusiva dalla trasmissione televisiva Mattino Cinque e che vedono come protagonista Anna Corona e la figlia Jessica, sorellastra della piccola Denise. Gli audio, nei quali si può ascoltare una discussione tra le due donne, risalirebbero a undici giorni dopo la scomparsa della bambina, avvenuta il primo settembre del 2004.

GUARDA ANCHE - Denise Pipitone: il caso della bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004

Denise Pipitone, nuove intercettazioni tra Anna Corona e Jessica

Il tema che emerge dalle intercettazioni inedite è inerente alle dichiarazioni che la ragazza aveva rilasciato agli inquirenti sull’essere rimasta a casa tutto il giorno in cui Denise è sparita, anche se in realtà era stata in ben sei posti diversi. Proprio per questo motive, negli audio si può sentire la madre iniziare a incalzarla chiedendole chiarimenti in merito: “Dicono che sei stata a casa tutta la mattina, non hai detto che sei uscita con Alice?”.

A questo punto la figlia risponde negaivamente, scatenando la reazione della madre che afferma: Quando parlo non perdere le staffe, perché io sono tua madre, non sono l’appuntato dei carabinieri. Io ho la testa di andare nella casa di tua sorella. Tu devi stare calma, mi devi solo guardare negli occhi e rispondere. Loro dicono che tu hai dichiarato che sei stata in casa, ho chiesto anche di farmi leggere il foglio della deposizione ma mi hanno detto che non posso leggerlo”.

Denise Pipitone, nuove intercettazioni di Anna Corona e le dichiarazioni dell’ex pm

Nel frattempo, l’ex pubblico ministero Maria Angioni ha rilasciato un’intervista al quotidiano La Nuova Sardegna in cui spiega come Denise sarebbe in realtà ancora viva ma ignara del suo passato, poiché inserita in un nuovo contesto familiare: “Chi prese Denise voleva ucciderla, ma qualcun altro lo ha impedito. Non è stata riconsegnata alla famiglia perché c’era un patto. Il clima ora è cambiato: qualcuno sta parlando e scardinando degli alibi. Ci sono delle testimonianze importanti, le ricerche sono state intensificate e la verità potrebbe essere a un passo.

Denise Pipitone, il nuovo messaggio di Piera Maggio

Continua ad essere speranzosa infine anche la mdre Piera Maggio, che in uno dei suoi ultimi post sui social scrive: “Vogliamo arrivare fino alla fine di tutta questa dolorosa vicenda. Spero tanto che la perseveranza e la tantissima pazienza, ci venga ripagata nei migliori dei modi, su tutto. Aldilà delle sterili parole, dietro c’è tanto serio lavoro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli