Caso Regeni, vertice a Palazzo Chigi con Conte e ministri

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

A quanto apprende l'Adnkronos, c'è stato questa mattina un vertice a Palazzo Chigi sul caso Regeni tra il premier Giuseppe Conte, il ministro agli Affari esteri Luigi Di Maio, la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese e il responsabile della Difesa Lorenzo Guerini. Nel corso della riunione è stata sollevata la questione dei rapporti con l'Egitto.

Il governo reagisce quindi sulla vicenda Regeni a seguito della chiusura dalle indagini da parte della Procura di Roma. A quanto si apprende, Di Maio ha definito "agghiacciante" il quadro descritto dalla magistratura italiana e ha chiesto che tutto il governo sia unito nell'"attivare tutti i possibili canali internazionali". Il ministro ha dunque proposto di coinvolgere direttamente l'Ue affinché faccia a sua volta pressione sull'Egitto per l’elezione di domicilio degli indagati dalla procura di Roma. "L'Italia è un Paese fondatore dell'Ue e sul tema dei diritti umani non è concesso fare passi indietro. E' opportuno che ad esprimersi chiaramente su questo tema siano anche i nostri partner europei attraverso azioni mirata", ha detto di Maio.

Proposta, quella del ministro degli Esteri, che ha visto concordi tutti i colleghi di governo e dunque già nelle prossime ore la Farnesina intraprenderà le necessarie iniziative al fine di sensibilizzare l’Ue.