Caso Stone, Pelosi contro Trump: un altro abuso di potere -2-

A24/Pca

New York, 13 feb. (askanews) - Trump aveva attaccato direttamente i procuratori e il giudice, parlando di una "situazione orribile e molto ingiusta" per Stone, condannato a novembre per aver mentito agli investigatori e per aver ostacolato le indagini del procuratore Robert Mueller sulle ingerenze russe alle elezioni del 2016. Più tardi, Barr è intervenuto, presentando in tribunale la richiesta per una condanna più lieve e meritandosi, su Twitter, le congratulazioni di Trump.

Dopo l'intervento del dipartimento di Giustizia, piuttosto raro in questi casi, i quattro procuratori che si occupavano del caso si sono dimessi. Il dipartimento di Giustizia si è difeso, affermando di aver deciso di intervenire per chiedere una condanna più lieve prima del tweet di Trump, perché sorpreso dalla richiesta eccessiva dei procuratori.