Caso Stone, Trump: ho diritto di intervenire, ma non l'ho fatto

A24/Pca

New York, 14 feb. (askanews) - Il presidente statunitense, Donald Trump, ha scritto su Twitter di avere il "diritto legale" di chiedere al segretario alla Giustizia, William Barr, di intervenire nei casi penali, aggiungendo di aver "scelto finora di non farlo". Il tweet arriva all'indomani dell'intervista in cui Barr ha detto che i tweet di Trump gli rendono il lavoro "impossibile", invitando il presidente a smettere di scriverli sui casi penali seguiti dal dipartimento di Giustizia.

Nell'intervista, Barr ha respinto l'accusa di aver agito in modo improprio nel cosiddetto 'caso Stone', aggiungendo che il presidente "non mi ha mai chiesto di fare nulla in un processo penale". Nei giorni scorsi, Barr è intervenuto per diminuire la pena chiesta per Roger Stone, amico ed ex consigliere di Trump, per cui i procuratori avevano chiesto tra i 7 e i 9 anni di carcere. (segue)