Caso Ucraina, ex consigliera di Trump testimonia al... -2-

A24/Pca

New York, 14 ott. (askanews) - Secondo fonti del New York Times, Hill - che si è dimessa dal Consiglio di sicurezza nazionale in estate - vedeva la rimozione di Yovanovich come un abuso dell'amministrazione, volto a rimuovere un ostacolo per l'attuazione della sua strategia di pressione su Kiev per l'apertura di un'indagine sull'ex vicepresidente Joe Biden. L'allontanamento di Yovanovich è uno degli eventi su cui si stanno concentrando le indagini della Camera, nate dalla telefonata del 25 luglio tra i presidenti Donald Trump e Volodymyr Zelensky, denunciata da un agente dell'intelligence per un presunto abuso di potere del capo di Stato americano.

Hill è la prima persona ad aver lavorato alla Casa Bianca a testimoniare davanti agli investigatori della Camera; la Casa Bianca ha dichiarato che non collaborerà con le indagini e non permetterà al suo staff di testimoniare; non ha cercato di impedire la testimonianza di Hill, ma i suoi avvocati hanno contattato quello dell'ex consigliera per discutere delle informazioni protette dal segreto presidenziale.