Caso Vannini: Martina Ciontoli al telefono con il cugino di Marco

Marco Vannini

La storia della tragica morte di Marco Vannini la conosciamo, purtroppo, tutti. A distanza di 4 anni dalla sua scomparsa, però, vi sono ancora dei punti oscuri e di recente è spuntato un audio inedito tra il cugino di Marco Vannini, Alessandro Carlini, e la fidanzata, Martina Ciontoli, poco dopo la morte del ragazzo.

Audio tra il cugino e la fidanzata

Spuntano stralci di telefonate tra Martina Ciontoli e il cugino di Marco Vannini attraverso il documentario “Caso Vannini”, andato in onda sul Canale 9, realizzato per raccontare proprio della tragica morte del 20enne di Cerveteri. Nella telefonata il cugino, in lacrime, chiede spiegazioni a Martina in merito alla morte di Marco Vannini e di come possa essere rimasto tanto a lungo in casa, senza che nessuno chiedesse l’intervento dei soccorsi.

Martina, quindi, risponde dicendo che all’inizio avevano pensato si trattasse di un attacco di panico, come d’altronde poi raccontato al processo. Quando Carlini le chiede dei chiarimenti, lei sottolinea che è meglio non parlare di queste cose al telefono. “Ci sentimmo telefonicamente ma anche su WhatsApp, conservo ancora tutti i suoi messaggi”, ha poi raccontato Alessandro Carlini. Aveva chiamato la ragazza per chiederle cosa fosse successo, cercando di ottenere delle spiegazioni in merito alla scomparsa del cugino.

Più che le parole, però, a colpire il cugino di Marco Vannini è stato l’atteggiamento della ragazza, “Era di un gelido allucinante, non pensavo che potessero esistere persone del genere. Martina sembrava la persona più innamorata al mondo, nel momento in cui Marco è morto, è stato come se non esistesse più”.