Cassano positivo al covid e ricoverato: "Sto bene, domani torno a casa"

·1 minuto per la lettura

Antonio Cassano positivo al covid e ricoverato in ospedale per un principio di polmonite. "Tutto a posto, due giorni di ricovero per fare accertamenti. Sto bene, domani si torna a casa", dice l'ex calciatore in un video diffuso sui social dal collega e amico Lele Adani. Cassano ha passato gli ultimi giorni del 2021 e questo inizio 2022 in isolamento dopo aver contratto il virus. Nelle ultime ore le sue condizioni di salute hanno reso necessario il ricovero presso il reparto malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova.

Prima del video diffuso da Adani, la conferma era arrivata dalla moglie Carolina Marcialis che su Instagram aveva spiegato: "Antonio è in ospedale e sta bene! E' vaccinato con due dosi e mi fa piacere che uno si sveglia la mattina e scrive quello che vuole", le parole di Marcialis contro le false notizie che parlavano del talento barese come non vaccinato.

IL BOLLETTINO - La Direzione dell’Ospedale Policlinico San Martino comunica, in accordo con l’ex calciatore Antonio Cassano, che lo stesso è ricoverato da tre giorni presso la Clinica di Malattie Infettive diretta dal professor Matteo Bassetti. Entrato in Ospedale attraverso il percorso veloce di risposta assistenziale alle urgenze, meglio noto come fast track, a causa della desaturazione riscontrata presso il suo domicilio dal medico curante, Cassano è stato sottoposto ad accertamenti che hanno evidenziato un principio di polmonite. Già vaccinato con due dosi (Pfizer), è stato trattato con Remdesivir che ha prodotto subito evidenti benefici, come da protocolli. Le condizioni alle 16.45 del paziente sono in costante miglioramento, al punto che è probabile che già nella giornata di domani venga dimesso, per proseguire la degenza presso la sua abitazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli