Cassonetto lanciato sul 12enne francese, 17enne confessa il folle gesto

Carabinieri

Svolta nelle indagini sul caso del cassonetto gettato dalla strada sovrastante la spiaggia di Bergeggi (Savona), che ha ferito gravemente al volto e alla testa un ragazzino francese di 12 anni che dormiva in tenda.

Un ragazzo di 17 anni, lungamente interrogato dai carabinieri, ha confessato il folle gesto. Il giovane, che risiede fuori dalla Liguria, ha spiegato di "non sapere che sotto c'erano delle persone" era anzi convinto di "lanciarlo direttamente in mare".

"Si è detto molto dispiaciuto", ha detto il comandante del Reparto investigativo dei Carabinieri Savona Dario Ragusa.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri - che si sono avvalsi del racconto di un testimone che ha assistito al lancio del bidone - il 17enne è uscito verso le 3 dalla discoteca e si è fermato al chiosco dei panini, che però era chiuso. "A quel punto ha pensato di lanciare il cassonetto in spiaggia, convinto di lanciarlo direttamente in mare".

LEGGI ANCHE: Colpito da un cassonetto mentre dorme in tenda in Liguria, dodicenne francese è grave