Castaldi (M5S): lavoriamo a taglio tasse, come chiede Corte conti

Pol/Bar

Roma, 24 giu. (askanews) - "Cittadini e imprese devono pagare meno tasse. Su questo punto il Governo, con la spinta decisiva del Movimento 5 stelle, ha gi approvato e ha in cantiere tante misure per arrivare a una strutturale riduzione del prelievo fiscale, tanto pi urgente dopo l'esplosione del Covid 19 e le sue conseguenze economiche". Lo ha scritto in un post su Facebook Gianluca Castaldi (M5S), sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento.

"Proprio oggi - ha proseguito - anche la Corte dei conti ha certificato la necessit di una riduzione, riferendo testualmente che non 'appare non pi rinviabile un intervento in materia fiscale che riduca, per quanto possibile, le aliquote sui redditi dei dipendenti ed anche dei pensionati, oltrech le imposizioni gravanti sulle imprese alle quali sono affidate le concrete speranze di un rilancio del Paese'".

"Ora, dobbiamo assolutamente ricordare - ha affermato l'esponente stellato - che abbiamo gi fatto molto. Nel Decreto Rilancio abbiamo abolito le famigerate clausole di salvaguardia Iva; abbiamo cancellato per il 2020 il saldo/acconto Irap; abbiamo esonerato dal pagamento di Imu, Tosap e Cosap le imprese operanti nei settori maggiormente colpiti. Abbiamo inoltre cominciato il taglio delle tasse sul lavoro (il cosiddetto cuneo fiscale), che nei prossimi mesi consentir a 16 milioni di lavoratori dipendenti di avere fino a 100 euro in pi in busta paga".

"Per il Movimento 5 stelle il fisco deve assolutamente fare ulteriori passi indietro, deve liberare energie da cittadini e imprese, deve dare pi fiducia ai contribuenti. Su questo presupposto lavoreremo a una diminuzione dell'Irpef, valutando contemporaneamente ogni opzione di abbassamento dell'Iva. Non possiamo pi aspettare", ha concluso Castaldi.