Castaldo (M5S) a Borrell: ci aspettiamo più rigore su export armi

Pol/Bar

Roma, 4 dic. (askanews) - "Sull'export di armi l'Europa ha delle regole condivise sancite nella Posizione comune del Consiglio siglata nel 2008. Come già denunciato dal Movimento 5 Stelle in passato, però, molti Paesi membri non rispettano queste regole sull'esportazione delle armi convenzionali". Lo ha sottolineato in una nota il vicepresidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo (M5S).

"Ci aspettiamo - ha aggiunto - da Josep Borrell, nuovo Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, una proposta per riforma questa Posizione che, alla luce delle tecnologie emergenti come l'intelligenza artificiale, le cybertecnologie e le nuove armi letali, risulta inefficace nel raggiungimento dei suoi obiettivi".

A giudizio dell'esponente stellato "serve un meccanismo sanzionatorio per il suo mancato rispetto e più rigore nella sua applicazione, come già più volte denunciato da risoluzioni del Parlamento europeo. Nel 2012 l'Unione europea ha vinto il premio Nobel per la pace: bisogna meritare questo riconoscimento sempre e non solo a giorni alterni", ha concluso Castaldo.