Castel Gandolfo, 33enne disperso nel lago: ricerche in corso

scomparso nel lago

Un uomo di 33 anni stava trascorrendo un piacevole pomeriggio al lago Albano, nei pressi di Roma. Purtroppo, però, si è allontanato di 150-200 metri dalla riva con il materassino. Improvvisamente sarebbe precipitato in acqua e non sarebbe più riemerso. Sono queste, infatti, le prime ricostruzioni dell’incidente avvenuto a Castel Gandolfo, vicino alla capitale. In queste ore i soccorritori sono alla ricerca del giovane che risulta disperso. Seguiranno aggiornamenti.

Giovane disperso nel lago Albano

Le prime informazioni parlano di un incidente avvenuto intorno alle 16.30. Un uomo di 33 anni stava passando alcune ore al lago di Castel Gandolfo, nei pressi del Casello Romano. Con il materassino si sarebbe allontanato dalla riva fino a 150 metri di distanza; poi si sarebbe rovesciato senza più riemergere in superficie. Non è ancora chiara la dinamica dell’accaduto, né è noto se il giovano sapesse nuotare. Sono in corso in queste ore, infatti, le ricerche del 33enne palermitano disperso nel lago. Sul luogo dell’incidente, inoltre, sono sopraggiunti i vigili del fuoco, i sommozzatori, i carabinieri e la protezione civile. A lanciare i soccorsi, invece, sono stati il fratello e la fidanzata del giovane che si trovavano con lui quel pomeriggio.

Le ricerche

I sommozzatori e l’elisoccorso stanno perlustrando le zone del lago e i luoghi limitrofi. Sul posto sono presenti anche i carabinieri che hanno interrogato alcuni testimoni oculari. Secondo le informazioni di questi ultimi, l’uomo avrebbe annaspato e chiesto aiuto prima di venire inghiottito dalle acque del lago. Potrebbero, infine, seguire aggiornamenti sul possibile ritrovamento del corpo del 33enne.