I castelli siciliani sbarcano alla World Travel Market di Londra

Xpa

Palermo, 6 nov. (askanews) - I castelli siciliani sbarcano al 'World travel market' (Wtm) di Londra. La Rete dei castelli, nata nel gennaio di quest'anno con l'obiettivo di promuovere e valorizzare queste realtà storiche dell'Isola, ha inaugurato un proprio spazio all'interno dello stand della Regione Siciliana all'evento di Londra. A fare gli onori di casa è stato il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, in rappresentanza anche degli altri comuni e castelli privati aderenti alla Rete: Alcamo, Burgio, Caccamo, Cammarata, Carini, Castelbuono, Collesano, Giuliana, Marineo, Monreale, Montelepre, Mussomeli, Piazza Armerina, Taormina e Vicari. "L'intesa che ha dato vita alla Rete dei castelli produce i suoi primi frutti - afferma Venuti -. Siamo presenti a uno degli appuntamenti più importanti per il settore turistico, dove vengono presentate numerose destinazioni a un pubblico specializzato. Sono onorato di rappresentare i territori che hanno deciso di mettersi in rete e puntare sul rilancio turistico con una strategia ad hoc sui castelli".

Salemi è inoltre presente al Wtm di Londra come Comune che ha aderito all'accordo di marketing per la promozione della destinazione West Sicily del Distretto turistico Sicilia Occidentale: "Un'altra grande opportunità di rilancio di quest'area che deve tornare ai numeri registrati qualche anno fa - conclude Venuti -. Il mondo già conosce le bellezze straordinarie della Sicilia occidentale, bisogna mettersi in rete e promuoverle per fare in modo che un settore decisivo come quello turistico possa guidare l'economia di questo territorio".

  • Il bilancio del coronavirus è di 17 morti e 45 guariti. Isolato il ceppo italiano
    Notizie
    AGI

    Il bilancio del coronavirus è di 17 morti e 45 guariti. Isolato il ceppo italiano

    Sono 650 le persone positive al Coronavirus in Italia. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, facendo il punto sull'emergenza. "Iniziamo da una buona notizia che arriva dalla Lombardia: ci sono 3 guariti, con un totale in regione di 40 persone. In totale, con i 2 della Sicilia e i 3 del Lazio, in Italia i guariti sono 45", ha detto inoltre Borrelli. "Il numero dei deceduti: dalla Lombardia tre decessi di persone ultra ottantenni, due di 88 e una di 82. Persone con quadro clinico delicato e importante", ha poi aggiunto. In totale, sono 17 i morti, 650 casi positivi e 45 guariti.Lo Spallanzani annuncia: daremo notizie solo di decessi e pazienti in rianimazione.Gli esperti: gli errori di comunicazione hanno alimentato panico e psicosi.Isolato il ceppo italiano dai ricercatori dell'ospedale Sacco di Milano."Stiamo per introdurre con i provvedimenti che a breve verranno approvati misure che servano a calmierare i prezzi di beni come mascherine e disinfettanti. Il tema vero è quando servono le mascherine perché non sempre c'è esigenza". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando alla stampa estera di Roma. Poi ha aggiunto: "Condanniamo tutte le speculazioni, in particolare economiche, che qualche sciacallo sta facendo sulle mascherine, saranno puniti". Sulla stessa linea Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'ospedale Spallanzani: "Ad ora non c'è motivo per una corsa alle mascherine". I casi, negli ultimi giorni, si sono moltiplicati, così come le operazioni volte a sequestrare e identificare gli autori di queste azioni disoneste. Cinque mascherine "per protezione da coronavirus" sono state vendute a oltre 5 mila euro su Ebay insieme a kit igenizzanti, guanti, occhiali e perfino un integratore che "combatte" il virus rafforzando le difese immunitarie. La Guardia di Finanza di Torino ha indagato venti persone ed eseguito sei perquisizioni in tutta Italia.Nel pomeriggio di mercoledì, a Roma, i Carabinieri del Comando di piazza Venezia hanno sanzionato un venditore irregolare, cittadino del Bangladesh di 49 anni, che stava proponendo in vendita ai passanti di via IV Novembre non rose, ne' ombrelli, ma mascherine sanitarie monouso.Sono salite a 745 le mascherine sequestrate e a 4 gli ordini di allontanamento emessi dai Nuclei Tutela Trasporto Pubblico e Antiabusivismo della Polizia locale di Milano che sono intervenuti per contrastare la vendita abusiva di presidi sanitari non conformi.

  • Avete visto Manuela, la moglie di Nicola Savino? La foto
    Notizie
    notizie.it

    Avete visto Manuela, la moglie di Nicola Savino? La foto

    Avete mai visto la moglie di Nicola Savino? Si chiama Manuela ed è una nota costumista del piccolo schermo

  • Ornella Muti, grave lutto per l'attrice: morto il genero
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Ornella Muti, grave lutto per l'attrice: morto il genero

    Il doloroso annuncio è stato dato dalla figlia 36enne dell'attrice, Carolina Fachinetti. Un post molto toccante per ricordare Andrea Longhi.

  • Notizie
    AGI

    Possibile che mezzo mondo sia passato per Codogno?

    Dalla Puglia al Veneto, dalla Liguria alla Toscana alla Germania. Sembra che tutti passino da Codogno e che la cittadina lodigiana di 16 mila abitanti sia diventata il crocevia del mondo. Ma è davvero così e quali potrebbero essere le ragioni che l'hanno fatta diventare il focolaio dei focolai del coronavirus con 110 contagiati, ultimo dato di Regione Lombardia? La vocazione di CodognoUna vocazione agli scambi sociali e di lavoro i codognini ce l'hanno sempre avuta se pensiamo che il primo ricordo per ogni bambino di ieri e di oggi è la Fiera Autunnale del Bestiame che si svolge tutti gli anni nel mese di novembre. Un'esposizione di bovini, suini, trattori e tecnologia al servizio degli allevamenti che si tiene dal 1791, in quello che, si legge nel sito della manifestazione, fu il secolo d'oro del fervore economico quando il nome del paese “era conosciuto in tutta Europa attraverso l'ingegno e l'efficienza mercanti coraggiosi”.Nello spazio di 45 mila metri quadrati si riuniscono circa 200 imprenditori da tutte le aree agricole del Paese (nessuno dall'estero) e rappresentanti delle principali associazioni di categoria, in quello che è considerato un appuntamento imperdibile per chi lavora nel settore. Codogno fa parte di un distretto, quello lodigiano, in cui vengono allevati 450.000 suini da ingrasso, 44.000 scrofe, 100.000 bovini controllati con una media di 9.000 chili all'anno di latte prodotto per capo. Da due anni, poi, con grande successo di pubblico e su impulso anche di Slow Food, il viatico della Fiera è la Mostra del Cotogno per promuovere le specialità gastronomiche del Basso Lodigiano, tra cui la gustosa mela il cui albero è simbolo della cittadina. Una fonte spiega all'AGI che i lavori di rinnovo della Fiera, per i quali Regione e Fondazione Cariplo hanno stanziato 2 milioni, sono al momento bloccati.Il dna di Codogno è anche in una delle sue eccellenze scolastiche, l'Istituto Tecnico Agrario ‘Tosi', dove vengono a studiare da diverse regioni. Uno dei suoi studenti è risultato nei giorni scorsi positivo al virus in Valtellina dove si era spostato nei giorni della paura. Snodo ferroviarioDel suo essere terra di confine tra Lombardia e l'Emilia, i codognesi hanno la laboriosità senza sosta dei lombardi e la giovialità spiccata degli emiliani. Ma anche la fortuna di essere uno snodo ferroviario e stradale sulle direttrici Milano-Bologna, Cremona-Mantova e per Pavia. Insomma, muoversi da e per Codogno è abbastanza agevole, circostanza che porta a un flusso di persone in entrata e in uscita e a un migliaio di pendolari al giorno che transitano da qui. A causa dell'emergenza coronavirus, anche le opere di riqualificazione della stazione di Codogno sono al momento in pausa. L'ospedalePer il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, Codogno potrebbe essere assurta a fulcro del contagio perché non sono state adottate delle corrette procedure di prevenzione nell'ospedale civico dove era ricoverato M.Y.M., il ‘paziente uno' di 38 anni ancora ricoverato in gravi condizioni al Policlinico San Matteo di Pavia, dove è stato trasportato dal piccolo presidio sanitario. Sulla questione, la procura di Lodi ha aperto un'indagine per epidemia colposa, al momento a carico di ignoti.L'azienda sanitaria lodigiana si è difesa affermando di avere seguito con scrupolo le linee di prudenza raccomandate dal Ministero. Diversi medici e infermieri sono stati contagiati, molti altri sono barricati da giorni nella struttura, senza ricambio, in una strenua resistenza da molti definita eroica. Codogno è diventata l'emblema dell'emergenza perché qui è stato diagnosticato il primo caso, ma, a ben vedere, il numero di contagi è superiore nella vicina Castiglione d'Adda, di cui è originario M.Y.M. Un triste primato, il suo, più simbolico che reale. Il capro espiatorio Della tesi, portata avanti da giorni nel gruppo Facebook ‘Sei di Codogno se', si fa portatrice anche la consigliera regionale di Italia Viva, Patrizia Baffi, originaria della cittadina. “Oggi che ci siamo resi conto che questo virus è così facilmente trasmissibile - dice all'AGI - e lo è anche da pazienti asintotomatici, possiamo ipotizzare che i due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani possano avere dato inizio all contagio. E' solo una domanda, ma perché nessuno se la pone? La verità è che non è che Codogno è al centro del mondo, ma sta pagando per tutti. Probabilmente anche quelle due persone, senza nessuna colpa, possano avere contagiato e tutto dunque non sarebbe partito da qua. Codogno non ha nessuna colpa”.“Ci prendono in giro - commenta uno dei partecipanti al gruppo social che raccoglie gli sfoghi di chi abita a Codogno - ci tengono nascosti i contagiati di Roma e Milano perché mica le puoi paralizzare sennò l'Italia affonda. Meglio isolare la povera Codogno che un intero Paese”. C'è rabbia anche contro i media che sottolineano come gli infetti siano “transitati” da Codogno. “Chiamiamolo Codogno virus”, è l'amaro gioco di parole sullo stigma affiliato al piccolo comune. Se si fossero fatti i tamponi a tutti in Italia, è opinione comune, si sarebbe scoperto che non è Codogno in cima alla classifica. La sua ‘sfortuna' sarebbe stata solo la tempistica della prima diagnosi. I legami con la Cina Una volta appurato coi tamponi che il presunto paziente zero, vicino di casa e amico d'infanzia di M.Y.M, non lo era, sebbene fosse stato in Cina, è difficile trovare dei legami tra questo territorio e l'Oriente. C'è il paradosso di Mta, azienda specializzata in elettronica, che ha una fabbrica aperta a Shangai, ma la casa madre di Codogno è chiusa. Nessuno dei sui 600 dipendenti è stato contagiato, perciò è escluso che un possibile principio di contagio arrivi da qui. Sullo sfondo e al momento solo come ipotesi di scuola, c'è poi la pista dei centri massaggi cinesi, molto gettonata sui social, ma, per ora, non si hanno notizie di lavoratori risultati positivi.E finché non si troverà l'origine di tutto, Codogno resterà l'ombelico del virus che ha fatto indossare una mascherina a mezza 'Italia dove l'unica risposta che piace ai codognini è quella contenuta in una lettera semiseria scritta pubblicata sul sito del Comune al Covid -19: "Vorrei chiederti come mai proprio Codogno? Tu lo sai che la gente di quei posti è temprata dalla nascita? Guarda che noi abbiamo la nebbia, il ghiaccio, il Po che fabbrica zanzare, allevamenti a non finire e spesso quello che chiamiamo profumo di campi è l'odore del letame usato per concimare! Dammi retta, procurati degli squisiti biscotti di Codogno e della cotognata e torna da dove sei venuto perché qui la gente è piuttosto cazzuta»

  • Perseguita fidanzata che per stress perde 20 kg, denunciato
    Notizie
    Adnkronos

    Perseguita fidanzata che per stress perde 20 kg, denunciato

    Era dimagrita 20 chili in poche settimane a causa, secondo i carabinieri della stazione di Crevalcore (Bologna), della "gelosia ossessiva e sempre più asfissiante del suo ragazzo", un 21enne italiano. La giovane, tuttavia, una studentessa maggiorenne affetta da anoressia, ha trovato la forza di denunciare quanto le stava capitando ai militari, che hanno avviato le indagini e denunciato il 21enne per atti persecutori e minaccia aggravata. Il persecutore, un muratore con precedenti, è finito nei guai per aver procurato, spiegano i militari in una nota, "un gravissimo stato di ansia nella giovane studentessa che aveva deciso di lasciarlo, al termine di una relazione sentimentale complicata", nata tre anni fa e terminata a gennaio. Tra gli episodi violenti subiti dalla vittima, in un’occasione il 21enne, mentre si trovava a casa della ragazza, le aveva sfondato la porta della camera, dove si era rinchiusa per mettersi al riparo dalle sue aggressioni e minacce di morte che, in alcuni casi, sarebbero state commesse con l’ausilio di una pistola non meglio descritta. Questa mattina i carabinieri, durante una perquisizione domiciliare a casa del 21enne, delegata dalla Procura della Repubblica di Bologna, hanno trovato una pistola ad aria compressa priva del tappo rosso e uno smartphone che il giovane muratore aveva utilizzato per inviare i messaggi di morte alla ragazza.

  • Violata la zona rossa di Codogno: ragazzo in fuga verso Firenze
    Notizie
    notizie.it

    Violata la zona rossa di Codogno: ragazzo in fuga verso Firenze

    Altre 5 persone sono in fuga da Codogno: è stata violata nuovamente la zona rossa di contenimento dei focolai di coronavirus.

  • Sequestro record di cocaina, 3 tonnellate a Livorno
    Notizie
    Adnkronos

    Sequestro record di cocaina, 3 tonnellate a Livorno

    Oltre 3 tonnellate di cocaina sono state sequestrate su una nave battente bandiera delle Isole Marshall, proveniente dalla Colombia, attraccata nel porto di Livorno, che poi ha fatto sosta a Genova prima di approdare oggi a Marsiglia.  I tre trafficanti (l'identità non è stata resa nota, come anche la nazionalità per esigenze investigative) che hanno prelevato il carico nel porto francese sono stati arrestati quando sono entrati in una villa.  Si tratta del secondo più grande sequestro di cocaina mai avvenuto in Italia. Il valore stimato della sostanza stupefacente supera i 400 milioni di euro.  La notizia della maxi operazione antidroga nel Mediterraneo è stata data in una conferenza stampa dal procuratore di Marsiglia collegato in videoconferenza con il procuratore di Firenze, Giuseppe Creazzo, i pm Luca Tescaroli, Eligio Paolini e Beatrice Giunti, il comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Livorno, colonnello Massimiliano Sole, il comandante del reparto operativo di Livorno, tenente colonnello Armando Ago, e il comando del nucleo investigativo di Livorno, il maggiore Michele Morelli. A seguito di un ordine europeo d'indagine della Procura di Marsiglia diretto alla Procura di Firenze, è stato comunicato l'arrivo al porto di Livorno della nave battente bandiera delle Isole Marshall con un carico sospetto verosimilmente di stupefacenti. Lunedì 24 febbraio l'imbarcazione è giunta a Livorno e subito è scattata l'operazione da parte degli investigatori italiani.  Le attività di perquisizione condotte dai carabinieri di Livorno, su delega della Direzione distrettuale di Firenze, hanno consentito di verificare che la nave trasportava un container contenente 3 tonnellate, tre quintali e 30 kg di cocaina. La droga era occultata all'interno di zaini rinvenuti pieni di cocaina (ognuno ne conteneva 37/38 Kg). Lo stupefacente è stato sequestrato e trasferito in un caveau di Livorno. Gli zaini svuotati sono stati riempiti di altro materiale e rimessi al loro posto nel container. Solo un kg di cocaina è stato lasciato in modo da far scattare l'arresto per i trafficanti quando hanno preso il carico. Dal momento in cui la nave è entrata in acque territoriali francesi sono state avviate le intercettazioni da parte della Procura di Marsiglia. Gli investigatori hanno collocato le microspie mentre la nave si trovava al porto di Genova, dove ha sostato ieri prima di dirigersi al porto di Marsiglia, dove è giunta questa mattina.  All'arrivo nel porto francese si sono presentate tre persone con un camion che ha prelevato il materiale portandolo in una villa. I tre sono stati arrestati dalla polizia francese.

  • Perché Elodie e Lele Esposito si sono lasciati? La rivelazione
    Notizie
    notizie.it

    Perché Elodie e Lele Esposito si sono lasciati? La rivelazione

    In molti ricordano la storia d'amore tra Elodie e Lele Esposito nella scuola di Amici: la cantante ha rivelato perché è finita.

  • Coronavirus, le notizie del giorno: 45 guariti su 650 contagiati
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, le notizie del giorno: 45 guariti su 650 contagiati

    Sono saliti a 650 i positivi al Coronavirus in Italia. Si registrano poi altri tre decessi in Lombardia, tutti di ultraottantenni (due di 88 anni e una di 82) “con quadro clinico delicato e importante". Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, facendo il punto sull'emergenza.

  • Serena Enardu, problema fisico dopo il GF VIP: cos’è successo?
    Notizie
    notizie.it

    Serena Enardu, problema fisico dopo il GF VIP: cos’è successo?

    Serena Enardu ha dichiarato di aver riscontrato un problema fisico: “Mi è venuto nella casa del GF Vip” spiega l’ex tronista sarda

  • Capsule compatibili di caffè ritirate: possibile presenza di plastica
    Notizie
    notizie.it

    Capsule compatibili di caffè ritirate: possibile presenza di plastica

    Alcuni lotti di capsule compatibili di caffè sono stati ritirati dal mercato: c'è la possibilità di ritrovare frammenti di plastica all'interno.

  • Achille Lauro, nel nuovo video l'ultimo travestimento choc
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Achille Lauro, nel nuovo video l'ultimo travestimento choc

    E' uscito su Youtube il video di "Me ne frego" con un nuovo travestimento destinato a far discutere

  • La paziente guarita di Vo' Euganeo: "Mai avuto febbre"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    La paziente guarita di Vo' Euganeo: "Mai avuto febbre"

    Il "Corriere della Sera" ha intervistato la prima paziente italiana guarita dal coronavirus. Si tratta di una 47enne di Vo’ Euganeo, che - dopo la morte di Adriano Trevisan . è stata sottoposta a tampone pur non avendo alcun sintomo. Risultata positiva al Covid-19, è stata posta in "isolamento domiciliare fiduciario". Dopo una quarantena di 14 giorni, è guarita ma molto arrabbiata per la vicenda. "Noi saremo anche ignoranti, - ha detto al quotidiano milanese - ma qualcuno ha soffiato sul fuoco della nostra ignoranza".

  • Agrigento, visitatori in pericolo di vita: sequestrata la Scala dei Turchi
    Notizie
    Adnkronos

    Agrigento, visitatori in pericolo di vita: sequestrata la Scala dei Turchi

    di Elvira Terranova - Le frane sulla marna bianca alla Scala dei Turchi di Agrigento, potrebbero esporre i visitatori "a un concreto pericolo di vita". Ecco perché la Procura di Agrigento ha sequestrato la Scala dei Turchi e iscritto nel registro degli indagati il presunto proprietario, Ferdinando Sciabbarrà. "Ricorre l'urgente necessità di sottrarre la Scala dei Turchi alla libera disponibilità" dell'indagato "affinché cessino le conseguenze della sua occupazione illegittima, sine titulo, di un bene intrinsecamente destinato alla pubblica regolare fruizione", scrive il Procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, nel provvedimento di sequestro della Scala dei Turchi.  "Occorre, inoltre, evitare - dice il Procuratore nel provvedimento in possesso dell'Adnkronos - attraverso una gestione pubblica del bene sottratta all'indagato che il sito continui a essere vandalizzato". "Senza dire, infine, che solo il gestore pubblico può mettere in atto tutte le costose attività di prevenzione e di messa in sicurezza volte, da un lato, a tutelare i visitatori del sito e dall'altro, ad impedire che le frane del materiale terroso a monte della marna bianca danneggino irrimediabilmente la stessa".  "Si tratta di interventi particolarmente urgenti, sollecitati anche dalla Polizia giudiziaria, atteso che le piogge del mese di dicembre hanno provocato gravi e devastanti frane sulla marna bianca e che l'approssimarsi della stagione turistica esponga i visitatori del sito a un concreto pericolo di vita".  "Ne consegue - scrive Patronaggio nel provvedimento - la necessità di un intervento di urgenza del pm che sottragga il bene al privato oggetto di indagini e lo affidi a un custode pubblico che si ritiene di individuare nel dirigente della struttura territoriale dell'Ambiente di Agrigento-Caltanissetta della Regione siciliana e nel Sovrintendente ai Beni culturali e ambientali di Agrigento. I funzionari "prenderanno in carico l'area, dopo l'apposizione dei sigilli da parte del delegato organo di Pg, al fine di evitare ulteriori danneggiamenti del sito, di evitare danni a persone e cose e di regolamentare la fruizione del bene pubblico ai cittadini visitatori dell'area".  Il magistrato, che definisce il sito "così bello e prezioso" ribadisce che la Scala dei Turchi "presenta purtroppo delle debolezze geologiche intrinseche". "Tutta l'area è interessata da crolli dello strato di calcarenite bruna che si sovrappone alle marne bianche che si ribaltano nella sottostante scogliera, frequentata assiduamente da turisti e bagnanti anche nel periodo invernale".  "Il pericolo costituito alle frane è stato segnalato sia dal Comune di Realmonte che dalla Capitaneria di porto di Porto Empedocle che dall'Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente - scrive il Procuratore nel provvedimento - i quali si sono prodigati, in questi ultimi anni, nell'emanare ordinanze e divieti purtroppo molte volte disapplicati e violati". E ricorda la messa in sicurezza effettuata dal Commissario di Governo contro il dissesto idrogeologico nella Regione siciliana.  Patronaggio spiega anche che "resta da mettere in sicurezza tutto il versante Ovest del costone, dove anche recentemente si è verificata una importante frana che ha costretto il sindaco di Realmonte ad emettere una ordinanza di interdizione al pubblico di accesso all'area". "Infine, va segnalato - dice il Procuratrore - che a causa delle piogge di dicembre scorso centinaia di piccoli e medi massi si sono staccati dalla parte sommitale del versante Ovest e sono franati sulla marna bianca in basso. Ferdinando Sciabbarrà, come apprende l'Adnkronos, è anche indagato per danneggiamento al patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale "per non avere impedito in qualità di possessore di fatto del sito il danneggiamento e il deterioramento del sito" di Scala dei Turchi. Per il Procuratore Luigi Patronaggio "le condotte di Ciabbarrà si sono protratte attraverso atti giuridici e rivendicazioni della proprietà, almeno fino all'ottobre 2019, data in cui ha tentato di concludere con il Comune di Realmonte l'accordo di sfruttamento del sito", come scrive nel provvedimento di sequestro di Scala dei Turchi, "Vanno poi aggiunti i tentativi da parte dell'indagato di perimetrare il sito con apposizione di paletti e cartelli".

  • Milano Marathon 2020, tre ong si sfilano: “Lo sponsor è inaccettabile”
    Notizie
    notizie.it

    Milano Marathon 2020, tre ong si sfilano: “Lo sponsor è inaccettabile”

    Animal Equality, LNDC-Animal Protection e Il Rifugio degli Asinelli Onlus si sfilano dalla Milano Marathon 2020: lo sponsor è inaccettabile.

  • Radar svela cosa c'è sotto la faccia nascosta della Luna
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Radar svela cosa c'è sotto la faccia nascosta della Luna

    Lo studio di tre ricercatori italiani identifica la struttura del lato oscuro del satellite terrestre

  • Miriam Leone ha un nuovo fidanzato: chi è Paolo Cerullo
    Notizie
    notizie.it

    Miriam Leone ha un nuovo fidanzato: chi è Paolo Cerullo

    Miriam Leone avrebbe finalmente ritrovato la felicità: al suo fianco c'è il musicista e performer Paolo Cerullo.

  • Notizie
    Askanews

    Napoletano in libreria con "La grande balla": Nord vive su spalle Sud

    Ogni anno un furto di Stato, regalati 61 mld

  • La Porsche 959 ritorna grazie a Gemballa
    Notizie
    motor1

    La Porsche 959 ritorna grazie a Gemballa

    Sarà prodotta in 40 unità e come base utilizzera la nuova generazione di Porsche 911

  • Siria, attacchi in asili e scuole: uccisi bimbi e insegnanti
    Notizie
    Adnkronos

    Siria, attacchi in asili e scuole: uccisi bimbi e insegnanti

    Nel nord della Siria più di mezzo milione di bambini è costretto a fuggire. Quasi 280.000 bambini hanno subito un'interruzione della loro istruzione e almeno 180 scuole della zona non sono operative. Lo denuncia l'Unicef in un comunicato. ''Ancora una volta siamo scioccati da un'ondata di violenza inarrestabile che ha visto almeno nove bambini e tre insegnanti uccisi mentre 10 scuole e asili sono stati attaccati due giorni fa a Idlib, nel nord-ovest della Siria'', ha detto Ted Chaiban, direttore eegionale dell'Unicef per il Medioriente e il Nord Africa. ''Almeno quattro di queste scuole erano sostenute dai partner dell'Unicef. Arrivano notizie secondo cui almeno 40 donne e bambini sarebbero rimasti feriti in questi attacchi - ha detto - Questi attacchi arrivano in un momento in cui l'aumento della violenza nel nord della Siria ha costretto più di mezzo milione di bambini a fuggire. Quasi 280.000 bambini hanno subito un'interruzione della loro istruzione. Almeno 180 scuole della zona non sono operative perché sono state danneggiate, distrutte o ospitano famiglie di sfollati''. ''Condanniamo fermamente l'uccisione e il ferimento dei bambini. Le scuole e le altre strutture didattiche sono un rifugio per i bambini. Attaccarle è una grave violazione dei diritti dei bambini - ha proseguito Chaiban - Tutte le parti in conflitto in Siria devono proteggere i bambini e fermare gli attacchi alle strutture civili che li ospitano, comprese le scuole".

  • Tennis, Maria Sharapova si ritira con una toccante lettera
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Tennis, Maria Sharapova si ritira con una toccante lettera

    La campionessa russa lascia a 32 anni dopo aver vinto 5 Slam: "Sono pronta a scalare un'altra montagna"

  • Fontana: mascherina indossata messaggio di rispetto per altri
    Notizie
    Askanews

    Fontana: mascherina indossata messaggio di rispetto per altri

    "La mia vita cercherà di essere il più normale possibile"

  • GF Vip, Clizia Incorvaia: cosa ha fatto dopo la squalifica?
    Notizie
    DonneMagazine

    GF Vip, Clizia Incorvaia: cosa ha fatto dopo la squalifica?

    Clizia Incorvaia, squalificata dal GF Vip, è tornata in libertà e il primo gesto non poteva che essere per Paolo Ciavarro.

  • Salvini: difficile governo con Pd e Renzi, sostengono Conte
    Notizie
    Askanews

    Salvini: difficile governo con Pd e Renzi, sostengono Conte

    In Parlamento tanti a disagio, gli onesti sono i benvenuti

  • Avete visto Massimiliano, il figlio di Mina? La foto
    Notizie
    notizie.it

    Avete visto Massimiliano, il figlio di Mina? La foto

    Quando Massimiliano, figlio di Mina, è nato, scoppiò un grande scandalo: oggi il figlio della cantante ha seguito le sue orme.