Castelporziano, nella Tenuta del Presidente una nursery genetica forestale

·2 minuto per la lettura

La Tenuta Presidenziale di Castelporziano come 'nursery genetica' forestale: un luogo in cui le piante mediterranea vengono conservate e studiate con cura al fine di preservarle. "All'interno della Riserva Naturale Statale abbiamo un'attività di vivaistica forestale. Cosa vuol dire? Che tuteliamo anche la diversità genetica delle piante dell'ambiente mediterraneo e questo è un valore aggiunto perché il patrimonio genetico è una delle componenti della biodiversità più importanti", spiega all'AdnKronos Giulia Bonella, direttrice della Tenuta Presidenziale Castelporziano.

Un'attività importante "soprattutto in questa fase in cui tanto opportunamente si parla di mettere a dimora nuovi alberi - spiega - bisogna che questi alberi siano sani, di un patrimonio genetico attento a tutelare quella che è la naturalità del nostro Paese. In questo senso, il vivaio della Tenuta può essere da esempio come nursery genetica forestale". Una nursery genetica che accoglie tutta la tipologia delle querce mediterranee, quindi sia le querce agrifoglie, il leccio e la sughera, sia quelle delle aree umide come la farnia, il farnetto, il cerro. E soprattutto c'è la macchia mediterranea, dall'alloro al corbezzolo alla fillirea, tutte componenti di quella parte di sottobosco che disegna la costa del Tirreno.

E a proposito di alberi speciali e da tutelare, la Tenuta presidenziale accoglie anche una pianta davvero importante, non solo per età ma anche per ciò che essa rappresenta. "Il leccio di Castelporziano ha circa 700 anni di età e rappresenta il significato stesso di questo luogo in cui la natura, sin dall'antichità, si sposa con l'insediamento umano", spiega la direttrice della Tenuta. E' un leccio 'steso', dal curioso andamento invertito: il tronco cresciuto in orizzontale e i rami che volgono verso il cielo, "un portamento orizzontale raro proprio perché poggia su dei resti antichi, quelli di una villa Romana in cui affonda le radici. E racconta simbolicamente di una foresta planiziale mediterranea che si sposa con la storia dei luoghi, perché il mediterraneo è storia di popoli". Questo meraviglioso albero è una delle 24 piante di Castelporziano iscritte nell'Albo ufficiale degli alberi monumentali tenuto all'interno del Mipaaf. In realtà, di alberi monumentali, ovvero secolari, all'interno di Castelporziano ce ne sarebbero anche di più "ma 24 sono quelli che hanno esattamente tutti i parametri specifici che questo elenco richiede come requisiti per l'iscrizione".

di Stefania Marignetti

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli