Catamarano ribaltato nel lago di Bracciano: salvi due ragazzi

catamarano ribaltato bracciano

Paura nel lago di Bracciano dove un catamarano si è ribaltato con due persone a bordo. L’incidente è avvenuto intorno alle 17.40 del 7 ottobre e sono scattate immediatamente le ricerche dei dispersi. Dopo qualche ora i due giovani sono comparsi a bordo di una canoa grazie alla quale sono riusciti ad arrivare fino alla riva e a mettersi in salvo presso il consorzio I Pioppi. Non è ancora chiaro se la canoa fosse in dotazione a bordo del catamarano o sei due abbiano avuto un provvidenziale colpo di fortuna nel trovarla ferma da qualche parte nel lago.

Catamarano ribaltato nel lago di Bracciano

Sul luogo sono intervenute varie sezioni dei Vigili del Fuoco, tra cui diversi sommozzatori, un elicottero e una squadra di terra. Tutte hanno operato insieme per setacciare le acque del lago e i territori circostanti alla ricerca dei due ragazzi. Le operazioni si sono concluse con un respiro di sollievo grazie alla notizia del ritrovamento dei due giovani in salvo sulla riva. Ancora da accertare, invece, le cause che hanno fatto ribaltare il catamarano.

Il caso di Valentina Mangiapelo

Le acque del lago di Bracciano, nel comune di Trevignano, sono state spesso il tragico teatro di morti e scomparse. Sono tanti infatti i giovani scomparsi tra le correnti del lago. Tanti anche i morti dei quali si occultano i corpi come nel caso della giovane Federica, affogata dal fidanzato proprio in quelle stesse acque nel 2012. Il corpo della ragazza, di appena sedici anni, era riaffiorato dalle acque del lago il giorno dopo l’omicidio.