Catania: col. Coppola, 'vicebrigadiere ha fatto il suo dovere libero da servizio, vicini alla famiglia'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 6 set. (Adnkronos) – "Il vicebrigadiere era libero dal servizio e ha fatto il suo dovere, è intervenuto in ausilio degli altri colleghi che stavano cercando di sedare la rissa, purtroppo è stato attinto da un colpo di pistola". Lo ha detto all'Adnkronos il colonnello Rino Coppola, il Comandante provinciale dei Carabinieri di Catania, commentando quanto accaduto ieri sera ad Acireale, nei pressi di una chiesa dove il vicebrigadiere è intervenuto per sedare una rissa ma è rimasto gravemente ferito alla spina dorsale per un colpo di pistola sparato da un 69enne, arrestato nella notte. Il carabinieri è stato operato nella notte e rischia la paralisi.

"Ci auguriamo che la situazione sanitaria del collega possa migliorare – ha detto il colonnello Coppola che segue l'evolversi della situazione da vicino – il proiettile ha danneggiato il canale midollare. L'intervento chirurgico è riuscito ma adesso bisogna attendere il post operatorio e valutare successivamente la gravita delle lesioni midollari". "Noi siamo vicini al collega e alla sua famiglia, ai tre figli, stiamo cercando di fornire il necessario supporto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli